foto_neonata

Neonata immersa nell’acqua bollente dopo il parto: risarciti i genitori, ma la bambina crescerà malformata

Neonata immersa da un’infermiera nell’acqua bollente dopo il parto

È stata risarcita la famiglia della bambina immersa nell’acqua bollente dopo il parto. La compagnia assicurativa dell’Asl ha pagato i genitori della piccola che, in cambio del risarcimento, hanno ritirato la costituzione di parte civile nel processo all’infermiera accusata di quel tragico errore. Il processo, però, non è ancora finito, come riporta il sito h24 notizie. A costituirsi parte civile è ora la nonna della bambina: la prossima udienza è fissata per giugno. Aule di tribunale a parte, la bimba crescerà malformata a causa di questo tragico sbaglio avvenuto a poche ore dalla nascita.

Il fatto risale al 2014 ed è avvenuto a Fondi, in provincia di Latina. La bambina era nata in ottime condizioni di salute: non c’era stato nessun problema né nei nove mesi della gravidanza né durante il parto. L’errore di quella infermiera – tra le più anziane ed esperte della struttura ospedaliera della zona – ha cambiato la situazione.

Ma com’è stata possibile una distrazione simile? Secondo quanto sostiene la donna c’è stato un malfunzionamento delle tubature. Dal rubinetto è uscita acqua bollente che ha rovinato per sempre la bambina.

I danni fisici sono ingenti

A tre anni da quella disgrazia, la piccola deve fare i conti con le gravi conseguenze. È senza tre dita di un piede e ha riportato danni estetici e alla deambulazione.

La piccola, venuta al mondo il 17 dicembre 2014, ha riportato lesioni all’apparato genitale. Dunque, non potrà mai diventare mamma e ha alte probabilità – si parla di circa il 50% – di poter contrarre melanomi.

Negli ultimi anni la bambina è stata sottoposta a numerose operazioni chirurgiche e molte altre ne dovrà fare per ritrovare la normalità persa a poche ore dalla nascita. Gran parte dei soldi ottenuti dal risarcimento serviranno dunque a regalare una vita migliore alla piccola, segnata da questa tragica fatalità.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *