Muore a sei anni per meningite: l’appello di due genitori

Bimbo morto di meningite: l’appello di due genitori

Oliver Hall è morto in ospedale 24 ore dopo aver contratto la meningite B: aveva sei anni. I suoi genitori ora chiedono che tutti i bambini vengano vaccinati contro il ceppo che gli ha strappato via il piccolo. Ecco perché la coppia ha deciso di postare sui social l’ultima immagine che ritraeva il figlio in un lettino d’ospedale.

Il post straziante

I suoi genitori, Georgie e Bryan Hall, ora chiedono che tutti i bambini siano vaccinati contro il mortale ceppo della malattia. Le immunizzazioni sono disponibili per i bambini fino ai nati nel 2015, non per i bambini più grandi. La coppia spera che l’immagine del figlio Oliver possa servire al governo per attuare delle misure a salvaguardia di tutti i bambini.

Il dramma dei genitori

Georgie, che ha 37 anni, ha detto che i medici del James Paget University Hospital, in Norfolk, hanno fatto tutto il possibile per salvare la vita del figlio, morto il 24 ottobre scorso. Oliver ha “ottenuto così tanto nella sua breve vita“, hanno detto i genitori, straziati dal dolore.

La coppia ha fondato un sito web ed una raccolta fondi

La coppia di coniugi ha fondato un sito web in memoria del filio, l'”Oliver Hall Forever Fund”. La pagina sta supportando e sensibilizzando il tema della meningite, ancora sconosciuto o sottovalutato da molti.

I due vogliono sensibilizzare il tema

Al momento, i genitori hanno raccolto più di 4.000 sterline – riporta il Mirror – a sostegno della malattia. Tantissimi, infatti, i genitori e le persone che hanno offerto denaro a supporto dell’importante causa. Questa è la minima consolazione per i genitori, “vedere che il denaro aumenta fa sentire che la vita di Oliver non è stata vana“, hanno detto.

Vaccinazioni

Il vaccino contro la meningite B è attualmente disponibile in Inghilterra per i bambini più piccoli di un anno, ma il governo ha dichiarato la volontà di renderlo disponibile a tutti. 3.200 i casi di meningite batterica nel Regno Unito, per la quale è morto un bambino su dieci. Un bimbo su tre invece rimane con danni e disabilità permanenti.

La volontà dei genitori

Georgie e suo marito Bryan sostengono che l’ampliamento del programma vaccinale salverà delle vite: ecco perché i due ora vogliono incontrare il Segretario alla Salute per avanzare le loro preoccupazioni a riguardo e le proposte in merito.

La signora Hall ha fatto sapere che “il governo dice che non è economicamente conveniente vaccinare più bambini contro questa malattia.” Meningite Now, l’organizzazione caritatevole con cui i due genitori stanno lavorando, discuterà ora su questo punto. “Il nostro obiettivo principale è quello portare la vaccinazione contro la meningite a quanti più bambini possibile“, hanno concluso.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *