foto_bambino_esposto_tablet

Messenger Kids, la chat di Facebook per bambini: come funziona

Nasce Messenger Kids, la nuova chat per bambini

Novità per tutti i bambini amanti della tecnologia e per tutti i genitori che invece non sono tranquilli nel lasciar navigare in rete i loro piccoli. É nata infatti Messenger Kids, la nuova chat ufficiale di Facebook che segna l’esordio della piattaforma nel mercato del digitale rivolto ai più piccoli. Lo scopo principale è garantire il massimo della sicurezza ai giovanissimi utenti.

Come funziona Messenger Kids

L’applicazione di messaggistica istantanea è stata pensata da Facebook per i bambini di età inferiore ai 13 anni. L’app al contempo permetterà ai genitori di controllare tutto quello che passa sotto gli occhi dei figli. Come? Messenger Kids non include pubblicità e non dà la possibilità di fare acquisti ai piccoli utenti.

Lo scopo dell’app

La volontà principale della nuova trovata di Mark Zuckerberg è quella di garantire il massimo della sicurezza. L’obiettivo è quello di lanciare invece questa applicazione prima di tutto come strumento di comunicazione ideale per la famiglia, tra figli e genitori ma anche tra nipoti e nonni.

I genitori possono controllare

Potranno iscriversi a Messenger Kids solo gli utenti sotto i 13 anni. La creazione di un account sulla piattaforma dovrà necessariamente essere approvata dai genitori, che avranno la possibilità di gestirne contenuti e attività tramite i loro profili Facebook personali.

I piccoli potranno sì chattare, ma sotto la supervisione dei genitori che comodamente dai loro telefonini potranno controllare la navigazione online dei figli. Al momento l’applicazione è disponibile in anteprima negli Stati Uniti solo per clienti Apple, ma Facebook avrebbe già promesso che Messenger Kids sarà presto disponibile anche per gli utenti Android e Amazon in altri paesi.

Tablet e smartphone sempre più diffusi tra i giovanissimi

L’esigenza di sicurezza e protezione online per i più piccoli nasce dall’ampio utilizzo di smartphone e tablet che, negli ultimi anni, stanno spopolando sopratutto dai giovanissimi. “C’è la necessità – spiega il product manager, Loren Cheng – di un’app di messaggistica che consenta ai bambini di mettersi in contatto con le persone che amano, ma in un modo controllato dai parenti“.

Sicurezza e privacy

Secondo Facebook, la nuova applicazione Messenger Kids rinforzerà la sicurezza delle connessioni online di tutti i ragazzini under 13. Secondo le stime americane, il 93% dei piccoli utenti ha un cellulare o un dispositivo elettronico. Ciò significa che 9 adolescenti su 10 hanno libero accesso a tablet o smartphone sotto i 13 anni.

Cheng assicura anche che i dati dei bambini non verranno usati per profilare i clienti e che le app sono regolate in base al Children’s online privacy and protection Act (Coppa), la legge di protezione della privacy dei bambini online.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *