foto_nome_luisa

Luisa: significato, diffusione e onomastico del nome

Luisa significato

Luisa è uno dei nomi italiani femminili più belli. La sua origine è germanica: il nome è un’unione di due parole, il termine Hiud che vuol dire “gloria” e Wig che vuol dire “combattente, guerriero”. Il significato del nome nel suo complesso è quindi “guerriera gloriosa”. Oltre ad avere un significato molto bello, il nome è anche molto carino nella sua sonorità. In Italia con questo nome sono molto famose due attrici, Luisa Ranieri e Luisa Corna e l’imprenditrice Luisa Spagnoli. Nonostante sia così bello, non è troppo diffuso, soprattutto negli ultimi anni.

Luisa

Il nome Luisa non è molto diffuso, soprattutto tra la popolazione giovane. Nel 1999 sono state 407 le bimbe ad essere chiamate così. In questo anno il nome si è posizionato 101° nella classifica dei nomi più scelti. Nel 2000 si è scesi a 382. Nel 2006 il numero è sceso anche sotto ai 300: solamente 296 sono state chiamate così. Nel 2013 il nome è sceso anche sotto i 200: sono state chiamate così soltanto 175 neonate. L’anno successivo sono state 171, nel 2015 165 e nel 2016 157.

In Italia il nome è diffuso anche in altre varianti come Luisella, Luisina o Isa. Spesso il nome Luisa è unito ad altri nomi, ad esempio Maria Luisa o Luisa Anna. Il nome è molto diffuso anche all’estero in altre forme. In Francia è molto utilizzato il nome Louise, così come anche nei Paesi anglosassoni. In polacco si traduce in Luiza, così come in rumeno. In spagnolo il nome rimane Luisa e in tedesco Luise.

Luisa significato

Luisa onomastico

Quando si festeggia l’onomastico di chi si chiama Luisa? Solitamente l’onomastico di Luisa si festeggia il 15 marzo, data in cui si commemora santa Luisa di Marillac. La santa fu fondatrice delle Figlie della Carità, un’associazione femminile apostolica. Santa Luisa fondò le Figlie della Carità insieme a san Vincenzo de’ Paoli. La compagnia aiutava le persone bisognose, curava i malati e dava sostegno ai poveri. L’associazione si occupò degli orfani sopravvissuti alla Guerra dei Trent’anni, di dare un’educazione ai trovatelli, di istruire le bambine, di curare i malati a domicilio e di molte altre cose. Santa Luisa morì nel 1660. Rimangono ancora in vita i suoi insegnamenti e soprattutto l’associazione da lei fondata. Sono oltre 21.000 nel mondo le Figlie della Carità, che operano aiutando i più bisognosi. Nel 1934 fu proclamata santa da Pio XI.

Altre date per festeggiare l’onomastico di Luisa sono: il 28 aprile, giorno di beata Marie-Louise e il 27 giugno, data in cui si commemora beata Luisa Teresa de Montaignac de Chauvance.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *