foto_bonus_bebè

Legge di Bilancio, confermato il Bonus bebè, ma solo per i nati nel 2018

Bonus bebè

La Legge di Bilancio ha finalmente confermato il Bonus bebè. Dopo molti mesi di caos sul sussidio di 80€, Parlamento e Governo sono giunti ad un accordo. Inizialmente si era deciso di eliminare il bonus dalla manovra. Dopo tante proteste un nuovo emendamento ha reintrodotto il bonus. In questa fase si voleva dare il bonus per intero solamente per il primo anno del bambino, dimezzandolo poi gli altri due anni. Neppure questo emendamento è stato approvato e nella Legge di Bilancio 2018 il bonus bebè ha subito un’altra modifica. La Legge, che finalmente è stata approvata, prevede il sussidio per i nuovi nati, ma in forma diversa rispetto al passato.

Bonus bebè solo per chi nasce nel 2018

Il bonus è stato confermato ma solamente per i nati nel 2018. Il sussidio sarà erogato solamente per chi nascerà nel 2018. Queste famiglie potranno usufruirne a pieno. Saranno quindi erogati 80€ al mese per chi ha Isee fino a 25.000€ a 160€ per chi ha Isee fino a 7.000€. La somma rimarrà quindi uguale. Per i nati nel 2018 il bonus sarà erogato per solamente un anno, diversamente da come è stato fino a questo momento. Precedentemente il bonus era erogato per 3 anni e continuerà ad esserlo per i nati fino al 31 dicembre 2017. Dal 2018 sarà erogato invece soltanto per il primo anno di vita del bambino.

Non sarà quindi dimezzata la somma a partire dal secondo anno, come invece un emendamento che è stato successivamente bocciato aveva proposto. La motivazione di questa proposta si trovava proprio nell’estendere il bonus non solamente ai nati nel 2018, ma anche ai nati nel 2019 e 2020. Almeno per il momento sembra che le famiglie che avranno figli nel 2019 e nel 2020 non potranno richiederlo. Al contrario ai nati nel 2018 verrà corrisposto per intero. Il bonus non vale solamente per le nascite ma anche per le adozioni. Chi adotterà un figlio nel 2018 potrà richiederlo. Alle famiglie spetteranno dai 960 ai 1820€ annui.

Bonus bebè solo per i nati nel 2018: ecco perché

Il Governo ha scelto di rifinanziare il bonus solamente per il 2018 per un motivo ben preciso. Molto probabilmente sarà possibile rifinanziarlo anche nei prossimi anni, ma questo verrà stabilito nelle prossime Leggi di Bilancio. Per questo motivo, dato il possibile rifinanziamento anche nei prossimi anni, per quest’anno tutte le risorse disponibili sono state concentrate per i nati nel 2018.

Tutte le risorse disponibili fino ad oggi sono state concentrate quindi per i nati nel 2018. I genitori potranno come sempre richiederlo compilando il modulo su internet presente sul sito Inps o recandosi presso un Patronato. Il bonus dal 2015 aiuta le famiglie economicamente e per questo motivo la presunta eliminazione del sussidio aveva fatto preoccupare molti genitori.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi) Email: g.carinci@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *