mal di reni in gravidanza

Dolori lombari in gravidanza: cause e rimedi

Dolori lombari in gravidanza

Durante la gravidanza, vari sono i disturbi che possono interessare la gestante. Di natura totalmente diversa rispetto ai fisiologici dolori addominali in gravidanza sono: la schiena bloccata, il dolore alla gamba, il dolore al centro della schiena e quant’altro. Questi ultimi disturbi, infatti, sono determinati in genere da pregressi disturbi a livello del rachide, o una contrattura lombare, o ancora, l’assunzione di una postura scorretta.

Mal di pancia in gravidanza

I dolori che provengono dall’utero, in genere, sono fisiologici. Dettati dai movimenti fetali o le contrazioni, anche se sporadiche. Una crescente sensazione di fastidio deriva dal progressivo aumento del volume uterino, e di conseguenza, del peso a livello addominale. Questo aumento di peso localizzato, sposta il baricentro in avanti, portando la donna a dover assumere una posizione innaturale per controbilanciare l’eccessiva anti versione del bacino.

dolori lombari in gravidanza

Mal di schiena in gravidanza

La forzata variazione della fisiologica postura nella stazione eretta porta a un’iperlordosi a livello lombare, cifosi a livello toracico e lordosi a livello cervicale. Ciò si traduce, in pratica, nell’accentuazione delle naturali curve convesse e concave che caratterizzano la colonna vertebrale.

Tale modifica andrà a provocare lo schiacciamento delle radici nervose che dipartono dalla zona vertebrale. E questo inconveniente, a sua volta, provoca dolore localizzato a seconda della radice nervosa interessata.

Dolore alla schiena

Il mal di schiena rappresenta un disagio comune, che si manifesta con un dolore piuttosto intenso che interessa la parte bassa della schiena, di solito la zona lombare. Esso può irradiarsi anche alle gambe, alla zona delle scapole o alle ossa del bacino.

Il mal di schiena può essere avvertito in ogni fase della gravidanza, ma si presenta più comunemente verso il quinto-sesto mese, intensificandosi gradualmentecon il proseguire della gestazione.

In alcuni casi, il dolore può presentarsi già dopo 10 settimane dall’inizio della gravidanza. Ovviamente ciò dipende da numerosi fattori predisponenti. Le donne più a rischio sono quelle con problemi di sovrappeso o con disturbi alla schiena presenti già prima della gravidanza.

esercizi per la schiena

Mal di schiena lombare

Il miglior modo per affrontare il disturbo ancor prima che si manifesti, prevenendolo e gestendolo correttamente durante tutto il periodo della gestazione. Il dolore più frequente è quello lombare, esso si manifesta con un dolore situato in genere all’altezza delle vertebre lombari e nella parte medio-bassa della schiena.

Questo tipo di dolore può diffondersi anche ai muscoli lungo la colonna vertebrale, alla gamba o al piede. Il dolore lombare tende ad aumentare quando si assumono posture statiche per un tempo prolungato, sia sedute che in piedi, o dopo la ripetuta esecuzione di determinati movimenti.

Infiammazione del nervo sciatico

In genere, è proprio l’iperlordosi messa in pratica per accentuare la naturale curvatura della zona lombare, che provoca tale dolore a livello lombare ed anche a livello del nervo sciatico. L’insorgenza del disturbo è correlata ad una serie di fattori, tra i quali: l’incremento di ormoni, principalmente progesterone e relaxina, che permettono ai muscoli della zona pelvica e alla sinfisi pubica di rilassarsi, allo scopo di preparare l’organismo ad affrontare il parto.

Anche lo stress emotivo può causare tensione muscolare nella parte posteriore del corpo. Questa può essere avvertita come un dolore alla schiena e può presentarsi durante alcuni periodi particolarmente stressanti della gravidanza.

Sciatalgia

Come curare la schiena? Già il semplice camminare, in gravidanza rappresenza uno tra i più semplici ed efficaci rimedi per il mal di schiena. Camminare, fare una leggera attività fisica, e streatching per la schiena, rappresentano già il modo migliore per prevenire tale disturbo.

Ovviamente bisogna anche forzarsi ad assumere una posizione corretta, riposare regolarmente e bene ed eseguire i movimenti in maniera corretta, distribuendo il peso uniformemente.

Esercizi per la schiena

Oltre agli esercizi posturali per la schiena, esercizi per la sciatica e ginnastica per la schiena, sono necessari alcuni piccoli accorgimenti. Mentre si cammina, bisogna cercare di distribuire uniformemente il peso su tutta la colonna vertebrale e sul bacino.

Quando si gira intorno a sé, non ruotare solo la schiena, ma muovere i piedi e tutto il corpo per evitare movimenti dolorosi. Evitare di sollevare oggetti pesanti. Durante le faccende domestiche è importante lavorare su una superficie sufficientemente alta per impedire di chinarsi. Usare sedie a schienale alto, flessibile, ma rigido, per mantenere la schiena dritta e ben supportata. Si deve cercare di mantenere la posizione ben eretta, con entrambi i piedi appoggiati a terra. Evitare movimenti bruschi, ed eccessivi aumenti di peso.

Esercizi

Anche la scelta delle scarpe è molto importante, non dormire sulla schiena piuttosto su un fianco mantenendo una o entrambe le gambe piegate. Considerare l’utilizzo di un cuscino tra le ginocchia piegate o che fornisca un supporto sotto l’addome e dietro la schiena.

Svolgere regolarmente una leggera attività fisica può aiutare a rafforzare la schiena e l’addome, ad aumentare la flessibilità e ad alleviare lo stress della colonna vertebrale e la sciatalgia. Come curarla, diventa così molto semplice, eseguendo esercizi sicuri che possono includere ginnastica dolce, passeggiate, nuoto, stretching e yoga.

Sono un'ostetrica e svolgo con passione e dedizione il mio lavoro, orgogliosa, testarda e determinata in tutto quello che faccio. In virtù di questo continuo a studiare e specializzarmi per aumentare la mia preparazione, svolgo attività di volontariato e conduco corsi di accompagnamento alla nascita. Inoltre, adoro comunicare e mettere a disposizione delle donne le mie conoscenze e competenze!! :) Email: j.gugliotta@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *