foto_bimba_jessica

Bimba di 3 anni non riesce mai a dormire: il motivo è serio

Bimba di 3 anni non riesce mai a dormire: ecco perché

Questa è la storia di Jessica, una bella bambina di tre anni, bionda e dagli occhi blu. La piccola, simpatica e socievole con tutti, passa le giornate a ridere e scherzare con gli altri bambini, fin quando, alla sera, si presenta il problema: non riesce a dormire. Una vera e propria insonnia, quella della bambina: vediamo il perché.

Jessica non dorme mai

Durante il giorno è sveglia come tutti quanti e se le parli ti risponde. Durante la notte, invece, “è come se non esistessi” dice mamma Tania in un video che racconta la storia di sua figlia. La piccola, oltre a non dormire, la notte assume anche dei comportamenti strani.

I dottori non hanno mai capito di cosa si trattasse

I genitori di Jessica più volte si sono rivolti a degli specialisti per cercare di capire l’entità del problema. Per due anni e mezzo circa, però, i dottori non sono stati in grado di dare loro delle spiegazioni. Inizialmente alla piccola è stata diagnosticata una epilessia che poi si è scoperta non essere tale.

Ecco perché non dorme

Nel filmato, pubblicato sul canale Youtube di Barcroft TV, ha preso poi la parola Paul Gringras dell’Evelina Children’s Hospital, il quale ha dato finalmente una spiegazione all’insonnia di Jessica. La piccola probabilmente non è in grado di elaborare nel cervello, lasciato senza controllo troppo a lungo, determinati stimoli, tra cui quelli del sonno. Come fare allora?

Come risolvere il problema

Gli esperti hanno consigliato a mamma Tania di attuare una nuova e diversa “routine” del sonno, una serie di comportamenti volti a diventare quotidiani e quindi familiari a Jessica. Alla piccola è stato dunque insegnato a dormire da sola nella sua stanzetta, cosa che prima non riusciva mai a fare. Come? Nel modo più semplice possibile: la mamma ha iniziato a leggerle una storia tutte le sere, prima di spegnerle la luce e darle la buonanotte.

La soluzione

Come ben evidente dalle immagini nel video, se prima la bambina si alzava in continuazione chiamando in ogni momento la madre che puntualmente era costretta ad alzarsi e a riportarla a letto, ora la donna può dormire e riposare meglio. La bambina ha imparato a rimanere sola nella sua cameretta, ecco perché la mamma a fine video le dice di essere “molto orgogliosa” della piccola.

L’importanza della routine

La storia di Jessica pone l’accento su quanto sia importante la routine tanto consigliata dagli esperti prima di andare a letto. In particolare, i medici consigliano le “tre mosse” speciali per accompagnare i figli al sonno, garantendo loro un riposo ottimale e tranquillo.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *