Il bambino non dorme tutta la notte 5 cose da NON fare

Il bambino non dorme tutta la notte? 5 cose da NON fare

Non è di certo un caso che tutti i bambini fanno stare svegli i propri genitori durante la notte. Molti bimbi, soprattutto se molto piccoli, sono soliti scambiare il giorno con la notte, costringendo i poveri genitori a fare la stessa cosa. Questo causa dei problemi nei genitori e soprattutto nella mamma, specie se deve mantenere i ritmi della vita normale, ovvero casa e lavoro. Essere genitori però è forse l’esperienza più bella di ogni essere umano e se questo comporta dei sacrifici, che ben vengano. Torniamo ai vostri bambini che però non vi permettono di dormire la notte. Se sono soliti stare svegli tutta la notte, oggi vi suggeriamo 5 cose che non dovete assolutamente fare.

1 Evitare di essere duri con se stessi

Ogni mamma, seppur stanca ed esausta, dopo aver assolto a tutti i suoi doveri merita di essere coccolata e trattata con amore, soprattutto dal marito. Sarebbe il caso che si guardasse lo stato della casa, perché bisogna comprendere soprattutto la mamma che purtroppo non riesce a far fronte a tutti i bisogni per via della stanchezza.

Il consiglio è sicuramente quello di fare ciò che è possibile durante la giornata. Questo comporta l’abbassare le proprie aspettative e pensare che quello che non si è arrivato a fare oggi si potrà fare sicuramente domani, sperando di aver dormito qualche ora in più.

2 Non vedere i propri amici compiaciuti

La solitudine purtroppo non fa altro che aumentare questa condizione di “esaurimento”. Stare in compagnia, soprattutto delle amiche più intime, può aiutare a sentirsi meno sole. Inoltre, condividere il proprio tempo con gli altri, può far capire che forse anche altri stanno attraversando dei momenti bui.

Ma soprattutto la compagnia può portare a distrarci dal bisogno di dormire. Tuttavia, bisogna evitare di circondarsi di persone e dunque di amici che possono ‘regalare’ dei consigli indesiderati, ovvero persone che possono indurre a pensare che il bambino non dorme a causa della mamma.

3 Non iniziare l’allenamento del sonno

Non bisogna dare retta alle mamme con i visi freschi che hanno la fortuna di avere i figli che dormono beatamente tutta la notte. Per quanto possa sembrare allettante e per quanto alcuni esperti consiglino questo tipo di allenamento, prima di farlo è bene prendere in considerazione quelle che possono essere le conseguenze.

4 Non fare nulla soltanto perché si dovrebbe

Quante volte avete pensato di fare il bucato perchè dovete farlo, o di fare la qualsiasi cosa solo perchè vi sentite obbligate a farlo? Sappiate che nessuno vi obbliga a fare qualcosa. Se non vi sentite oggi di pulire la cucina, non fatelo, rimandate a domani o a quando vi sentirete di farlo. Più che altro pensate a quello che avete voglia di fare. Fate il minimo indispensabile, domani sarà un altro giorno.

5 Non pensate che sarà sempre così

La privazione del sonno causa dei malesseri non indifferenti e propri in quei giorni potreste sentirvi stanchi, nervosi e potrete vedere tutto nero. La cosa che non dovete assolutamente fare è pensare che sarà sempre così. Verranno i tempi in cui potrete finalmente riposare per bene e tornare alla vostra vita come un tempo.

Ora che avete chiaro cosa non dovete fare, vi indichiamo le cose che invece dovreste fare oggi.

1 Abbassare le vostre aspettative

Un pò quello che abbiamo già detto, oggi dovete pensare a fare quello che potete fare, senza sforzi e senza obblighi.

2 Uscire e respirare un pò di aria fresca

La stanchezza non passa soltanto riposando, ma anche distraendosi. Quindi se anche oggi hai dormito poco, esci all’aria aperta, fai una passeggiata, preferibilmente in un posto tranquillo, questo vi aiuterà a superare la stanchezza.


Leggi anche: Far dormire il neonato la notte, 4 cose da fare di giorno


3 Riposare è possibile

Approfitta del fatto che tuo figlio sta dormendo per fare anche tu un riposino. Quando ti senti davvero sotto stress, non esitare a chiedere aiuto alla madre, alla suocera, alla sorella, alla cognata, mentre una di loro bada al tuo bambino, tu potresti recuperare qualche ora di sonno.

Ho studiato Servizio Sociale, ma da oltre 5 anni lavoro nella realizzazione di contenuti per il web. Ho 33 anni e sono appassionata da sempre di scrittura, mi sono affiancata a questo lavoro perché mi permette di apprendere e condividere con gli altri importanti notizie e contenuti. Sposata da due anni, adesso il mio sogno è quello di diventare mamma. Amo i bambini e questo mi ha spinto a scrivere per Passione mamma, dove non soltanto posso condividere le mie conoscenze ed esperienze, ma posso anche apprendere tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *