foto_donna_smartphone

App per il ciclo mestruale: le migliori da usare

App per il ciclo mestruale

Prima dell’avvento della tecnologia, le donne erano solite monitorare il proprio stato di salute, tramite l’arrivo delle mestruazioni, attraverso il normale calendario; l’abitudine era quella di segnare il primo giorno di ciclo, e il mese successivo vedere quanto erano vicine le date. Nell’era 2.0 questo viene fatto davvero poco, e per evitare errori o dimenticanze, si fa sempre più uso di applicazioni per mestruazioni. Negli store Apple e Android sono moltissime le app che consentono un rapido calcolo del ciclo, dei giorni fertili e una stima della mestruazione successiva.

Ciclo mestruale

Il ciclo mestruale dura 28 giorni, ed è concomitante, e in qualche modo conseguente, al ciclo ovarico; la durata e la regolarità mensile dipendono da diversi fattori, e principalmente la presenza di alcune patologie nella donna, che possono aumentare o diminuire il periodo fisiologico dei 28 giorni, come l’ovaio policistico per l’appunto.

Quindi la precisione di queste applicazioni è limitata a donne che hanno cicli molto regolari, o comunque che non abbiano lunghi periodi di amenorrea o di polimenorrea. Sebbene oggi, dopo 3-4 registrazioni, l’applicazione sia spesso in grado di riconoscere il ritmo specifico di chi la utilizza.

Calendario fertilità

Calendario mestruale

La necessità di sapere quando arriveranno le mestruazioni non è solo di salute, ma anche di organizzazione; tutte le donne, indubbiamente, programmano le loro attività anche in base all’arrivo del periodo più fastidioso del mese.

Ancora, è vero che molte sono quelle che lo usano per conoscere l’arrivo dell’ovulazione perché desiderose di un figlio. Il calendario dell’ovulazione è sempre presente nelle app per smartphone, perché le mestruazioni arrivano “puntuali” a due settimane dal periodo ovulatorio.

Il mio calendario

Quindi calcolare i giorni fertili diventa più facile e veloce. Tra le applicazione più scaricate vi sono iPeriod, iGyno e la gamma iMamma di OB Science; quest’ultima annovera non solo il calcolo mestruale e fertile ma anche diverse applicazioni per la gravidanza (conta delle contrazioni, dei movimenti fetali e registrazione delle ecografie dei 9 mesi).

iPeriod riesce a calcolare fino a 12 cicli successivi al primo che viene registrato, e consente l’invio di notifiche per il periodo in cui si è più fertili; in più suggerisce i sintomi pre e post mestruali e prevede l’annotazione degli esami eseguiti durante il mese.

iGyno, invece, è rinomata perché conta un numero di professionisti disposti a fornire, per quanto possibile, consulenze online o dare pareri professionali in risposta ad alcune domande. Inoltre esiste la corrispondente app maschile, chiamata “For men” che avvisa il partner dei cambiamenti mensili della propria donna, attraverso la condivisione dei dati.

Il mio calendario

Calcolo ciclo mestruale

Il calcolo del ciclo può essere fatto tranquillamente a mano, anche senza l’ausilio di tecnologia. Per esempio, si annota il primo giorno di ciclo su un calendario o un’agenda, e si calcolano i 28 giorni; a metà, ovvero al 14esimo, avviene l’ovulazione, e si considerano periodo fertile anche i due giorni prima e i due dopo.

Calendario fertilità

Un altro innovativo calendario della fertilità è legato all’app iMamma. iMamma consente sia la registrazione come professionista (Ginecologo o Ostetrica), che come futura mamma; nulla di strano, però, che il suo corrispettivo di nome iFertility venga utilizzato semplicemente per monitorare ciclo ovarico e mestruale.

Le funzioni per la donna sono: gestione automatica del ciclo mestruale, statistiche e previsioni di ovulazione e fertilità, registro giornaliero di sintomi e stati d’animo, tracker rapporti sessuali, notifiche contraccezione, impostazione fase luteale e ovviamente la super modalità gravidanza. Infatti oltre al periodo fertile, consente di verificare lo sviluppo dell’eventuale feto.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *