gonfiore gravidanza

Piedi gonfi in gravidanza: cause e rimedi

Piedi gonfi in gravidanza

Durante il periodo della gestazione sono molti i disagi dovuti ai cambiamenti fisici ed ormonali. Tra quelli più frequenti: le nausee, la sonnolenza, la difficoltà di digestione, le vampate di calore, l’ipersensibilità olfattiva. Anche i piedi gonfi in gravidanza rappresentano un problema che non deve essere trascurato. Vediamo quali sono le cause ed i rimedi più efficaci.

La causa principale dei piedi gonfi in gravidanza è la ritenzione idrica, ovvero il ristagno dei liquidi nei tessuti. Per lo stesso motivo la futura mamma accusa gambe pesanti e doloranti. Gli ormoni imputati di questo specifico disagio sono gli estrogeni che, durante la gestazione, aumentano per favorire la formazione fetale.

A ciò si aggiunge l’accrescimento del peso corporeo femminile e del volume dell’utero che acuiscono il problema. L’utero, infatti, comprime i vasi sanguigni. Ciò ostacola il ritorno del flusso venoso verso il cuore, favorendo il gonfiore ai piedi. La ritenzione idrica in gravidanza non colpisce solo gli arti inferiori, in alcuni casi può interessare anche le mani ed il viso

Non solo il senso di pesantezza ed il gonfiore, un altro disagio dettato dalla ritenzione e dalla circolazione sanguigna è la strana sensazione di avere i piedi caldi, così come le mani ed il viso che sembrano bruciare. In questo caso un abbigliamento che favorisca la traspirazione cutanea, aiuterà la gestante.

Nei casi in cui il calore sembra avere il sopravvento, sciacquarsi i polsi ed il viso con acqua fresca ridurrà il disagio.

piedi gonfi gravidanza

Gambe gonfie cause

Quali sono le cause delle gambe gonfie? Oltre all’aumento dei livelli ormonali e del peso corporeo, influiscono sulla ritenzione e, quindi, sui gonfiori in gravidanza alcune abitudini alimentari e stili di vita poco salutari.

Con il decorrere della gestazione, l’abbigliamento deve diventare sempre più comodo. Le scarpe non possono costringere il piede in posture che ostacolano la circolazione sanguigna. Una scarpa comoda, con tacco non superiore ai 2-3 centimetri è ideale per il benessere delle gambe.

Rimanere a lungo in piedi è un’abitudine che favorisce le gambe gonfie. Anche lo stare troppo sedute, magari con le gambe accavallate, non facilita la circolazione e causa il ristagno dei liquidi nei tessuti.

Una moderata attività fisica, magari limitata ad una passeggiata quotidiana aiuta a prevenire il problema. In caso di mani e piedi gonfi troverete dei benefici grazie alla frequenza di un corso in piscina.

Contro il gonfiore in gravidanza è importante evitare le bevande gassate e ridurre il sale nella preparazione degli alimenti. Al contrario è necessario bere molta acqua, durante la giornata.

gambe gonfie cause

Piede gonfio

Ci sono situazioni in cui il piede gonfio non è causato della ritenzione idrica. Associato ad altri sintomi, tra cui la perdita di proteine con le urine e l’ipertensione arteriosa, è il campanello di allarme della gestosi in gravidanza.

Si tratta di una sindrome ipertensiva afferente il periodo dei 9 mesi. In genere si manifesta a partire dalla 20° settimana di gestazione. In questo caso lo specialista prescriverà la terapia più efficace, in base alle condizioni ed alla anamnesi clinica della paziente.

Gambe gonfie rimedi

Per ridurre le gambe gonfie, rimedi più efficaci sono i seguenti: concederci dei pediluvi alternando acqua fredda e calda. Anche le caviglie trarranno giovamento da questa pratica. Se disponiamo di una pallina da tennis possiamo passarla sulla pianta del piede, premendo leggermente.

La pressione, faciliterà il ritorno venoso verso il cuore, con giovamento alle gambe, in particolar modo nella zona dei polpacci. Spesso, in caso di ritenzione, proviamo una sensazione di pesantezza alle gambe. Premendo e rotolando la pallina sotto al piede non avremo più i polpacci gonfi.

Altri rimedi contro le gambe gonfie sono i massaggi da praticare prima di andare a letto. Roteare il polpastrello, con una lieve pressione, dal ginocchio al piede sarà un vero toccasano. Dormire, appoggiando le caviglie sopra un cuscino, favorirà la circolazione, riducendo i fastidiosi sintomi della ritenzione.

Piedi e caviglie gonfie e doloranti troveranno giovamento se utilizziamo quotidianamente una crema a base di prodotti naturali. Ideali sono quelle preparate con ippocastano, vite rossa, edera. Per ridurre la sensazione di calore, sono indicate quelle a base di eucalipto e menta.

Per un’azione ancora più efficace potremmo prendere l’abitudine di preparaci qualche tisana da sorseggiare dopo il massaggio serale. Specifiche per i problemi afferenti i piedi e le gambe gonfie in gravidanza, sono quelle alla malva ed ai semi di lino. Ottima anche nel post parto quella al finocchio. Profumata e dal gusto intenso, la tisana al mirtillo nero.

Mi occupo di genitorialità, prevalentemente, dall'accompagnamento alla nascita fino alla prima infanzia, in qualità di Counselor Professionista, Insegnante di massaggio Infantile e Prenatal Tutor , crescendo, insieme a tante mamme, grazie al prezioso sostegno dei miei bambini Email: t.runco@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *