foto_maestra

Non ha i soldi per il regalo alla maestra: mamma picchiata dalle altre

Per molte famiglie la situazione economica non è delle migliori. Tanti genitori non riescono ad arrivare alla fine del mese e le spese extra sono qualcosa da evitare. In una situazione simile si è trovata una mamma straniera da 15 anni in Italia. La donna non ha potuto mettere i soldi per il regalo alla maestra della classe della figlia. La famiglia della donna purtroppo non è benestante e la mamma non ha potuto sostenere una spesa non necessaria. Le altre mamme però non l’hanno presa bene.

La triste vicenda è accaduta a Cosenza. La donna in questione è una mamma single che non ha potuto mettere i soldi per la colletta per il regalo della maestra della figlia. La donna di colore è stata presa di mira dalle altre mamme che l’hanno insultata e aggredita. Le madri dei compagni di classe della figlia non hanno preso bene il fatto che la donna non avesse partecipato alla colletta e hanno sfogato tutta la loro rabbia contro la povera madre.

Quando la mamma ha detto alle altre di non potersi permettere di mettere i soldi per il regalo della maestra, le altre donne l’hanno coperta di insulti, anche razzisti. Alcune l’hanno spintonata, altre l’hanno riempita di pizzicotti sulle braccia. “Mi hanno chiamata brutta straniera, morta di fame, mi hanno detto di non dimenticare dove mi trovo e di tornare da dove sono venuta” ha raccontato la madre.

La donna ha dovuto chiamare la polizia

La mamma ha tentato di giustificarsi ma le altre non hanno voluto sentire scuse. Le donne hanno risposto dicendo che anche loro hanno difficoltà economiche ma comunque fanno sacrifici per eventi come quello. La donna è stata aggredita con talmente tanta cattiveria che ha dovuto chiamare la polizia.

La donna non ha un marito e vive con lavori occasionali. Adesso la mamma è molto preoccupata per la figlia: ha infatti paura che possano esserci ripercussioni. “Sono preoccupata per mia figlia, mi rendo conto della realtà che vivo, di ciò che può succedere” ha raccontato la donna.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *