pancione piedini

Nomi ebraici femminili: quali scegliere

Nomi ebraici femminili

Figlia femmina in arrivo e siete alla ricerca di nomi femminili belli ed originali? Il nome ebraico ha indubbiamente un certo fascino. Sempre più famiglie scelgono per le loro figlie nomi femminili biblici. Di seguito una lista di nomi di origine ebraica a cui far riferimento. Cosa ne pensate di Giuditta o Rachele? Scopriamone insieme il significato…

Nomi biblici

Grazie al lavoro di alcuni studiosi dell’antichità abbiamo a disposizione una raccolta dei nomi più diffusi tra gli ebrei della Palestina tra il 330 a.C. e il 200 d.C. Se ne contano ben 2826 di cui femminili solo una piccola parte: ovvero 317. Si tratta di un elenco di nomi ebraici ricavati da diverse fonti storiche: come ad esempio testi, lettere, testamenti ed ossari.

Tra tutti questi nomi femminili ebraici una percentuale è di origine biblica. È, infatti, soprattutto nelle famiglie cristiane che vengono scelti nomi biblici per i propri figli.

bambina nome

Ecco una lista nomi femminili di origine ebraica: Maria, Marta, Giovanna, Berenice, Imma, Saffira, Mara, Sara, Elisabetta, Rachele, Elisea, Debora, Lia, Tamara. E non è finita qui: Samuela, Carmela, Dalila, Elisa, Rebecca, Miriam, Simona, Sabrina, Simonetta, Annamaria, Raffella, Beniamina.

E per finire: Ruth, Galilea, Annarosa, Giuditta, Dina, Giordana, Serafina, Giuseppina, Gabriela. E potremmo andare ancora avanti. Tra questi alcuni sono molto diffusi in Italia, altri molto meno.

È veramente raro ad esempio sentir parlare di Galilea, eppure si tratta di un nome femminile ebraico di origine anche biblica che ha un significato ben preciso. In latino Galilaea, in greco Galilaia, deriva però dall’ebraico “Galil” che significa “circolo”.

Galiela però è “colei che deriva dalla Galilea”. Si tratta di una regione storica del Vicino Oriente particolarmente cara ai Cristiani perché Gesù verrebbe da Nazareth, che è proprio un villaggio della Galilea.

bambina

Se siete poi alla ricerca di nomi corti femminili ma sempre di origine ebraica c’è Ada. L’onomastico viene festeggiato il 4 dicembre ed in ebraico Adah sta per “adornata”. Si tratta di un nome presente pure nella Bibbia perché Ada era il nome della moglie di Esaù, fratello gemello di Giacobbe.

Un altro nome corto femminile è Lea che in ebraico significa stanca e il cui onomastico viene festeggiato il 1 giugno. Anche questo è un nome presente nella Bibbia in quanto Lea era la figlia di Labano.

Indubbiamente però il nome più corto, amato e diffuso è Anna. Proprio per il suo significato religioso, infatti ricordiamo che era il nome della mamma di Maria, Anna è uno dei nomi più popolari in Italia. Spesso viene scelto in varianti composte come: Annamaria, Anita o Annarosa. In ogni caso il significato del nome Anna è “grazia, graziosa” e deriva dall’ebraico Hannáh.

Nomi biblici femminili

Se cercate, invece nomi di principesse c’è Sara, che significa appunto principessa, nobildonna. Si tratta di un nome presente nella Bibbia visto che la moglie di Abramo si chiamava proprio così. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 10 dicembre.

principesse

Un’altro nome di principessa è Ariel. È di origine ebraica e ci ricorda, nel mondo fantasy, il personaggio Disney del film d’animazione “La sirenetta”. In ebraico, Ariel significa “leone di Dio” ma è anche uno dei nomi della città di Gerusalemme che leggiamo nell’Antico Testamento.

Se siete alla ricerca di altri nomi belli femminili biblici e di origine ebraica vi proponiamo una lista. Si tratta di un elenco accurato di nomi femminili biblici e di origine ebraica con tanto di significato.

Giuditta: nome che sta per “lodata di Dio”. Nella Bibbia Giuditta è una combattente, un’eroina del popolo ebraico perché tese un tranello al re babilonese Oloferne (prima lo sedusse e poi lo uccise). Si tratta di un personaggio che è stato nel tempo fonte di ispirazione di alcuni artisti come Gustav Klimt.

Ester: un altro bellissimo nome che deriva dall’ebraico Ishstar e sta a significare “astro, stella, luce”.
Nome presente nella Bibbia, infatti, Ester era la moglie del re babilonese Assuero che salvò proprio gli ebrei dallo sterminio, durante il periodo della loro schiavitù. Dunque un’altra eroina, il cui onomastico cade il il primo luglio.

Andando avanti con la lista dei nomi biblici abbiamo Elisabetta. È un nome molto diffuso nel nostro Paese anche nei diminutivi Elisa e Lisa. Il nome deriva dall’ebraico Elisheva che significa “colei che garantisce per Dio”.
Per i Cristiani è il nome della cugina di Maria, nonché moglie di Zaccaria e madre di San Giovanni Battista. Per questo motivo l’onomastico è il giorno 5 novembre. Però, viene festeggiato anche in altre giornate perché Elisabetta è un nome ricondotto a diverse Sante e beate.

Rahel, invece, è il nome ebraico che in italiano è tradotto con Rachele e che significherebbe “pecorella, mite”. Un altro bellissimo nome da poter scegliere per una bambina. L’onomastico è il 30 settembre per ricordare Santa Rachele: moglie di Giacobbe e madre di Giuseppe.

Infine, Marta che origina dall’ebraico Mar che tradotto significa “padrona”. Nome biblico che ricorda la sorella di Maria di Betania e Lazzaro, per questo motivo viene festeggiato il 29 luglio.

Sono un'educatrice per l'infanzia. Adoro i bambini ed il loro fantastico mondo. Lavoro attualmente in un asilo nido ed ho ampia esperienza nel campo dell'animazione e dei servizi ricreativi in generale. Pronta per iniziare anche quest'avventura con Passione Mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *