foto_bimbo_conteso

I genitori iperprotettivi creano danni psicologici e permanenti nei figli

I genitori iperprotettivi creano per sempre danni psicologici nei figli

Amare i propri figli vuol dire anche consentire di farli sbagliare. Una relazione che non dà modo di apprendere dagli errori fatti, crea danni ai figli. Vediamo perché ciò accade e cosa fare per non cadere nella trappola dell’iperprotettività.

Protezione vs iperprotezione

Non confondiamo la protezione con l’iperprotezione: l’iperprotezione ha a che fare con il sostituirsi al proprio figlio, a prendere decisioni al suo posto, a risolvergli i problemi.

La protezione dei figli è invece necessaria per la propria sopravvivenza. Quando sono piccoli, i bambini dipendono dalle mamme per tutto. Questa protezione è prolungata fino a quando non si percepisce che il bambino ha acquisito delle competenze di base.

A volte però, per tanti motivi, profondi e anche inconsci, non si riesce a vedere il proprio bambino che cresce e cosi lo si tratta sempre come bimbo piccolo.

L’ iperprotezione, in questi casi, può trasformarsi in un atteggiamento nocivo per la loro salute psicologica.

La ricerca americana

Lo conferma una nuova ricerca, pubblicata sul Journal of Positive Psychology: questo studio, che ha seguito più di 5000 persone fin dalla loro nascita ha scoperto che le persone cresciute con genitori “soffocanti” erano proprio quelli che risultavano avere il punteggio più basso nei sondaggi riguardanti la felicità e il loro benessere generale.

I più “infelici” ricordano i loro genitori come iperprotettivi. Per gli studiosi il costante controllo sui bambini può limitare la loro autonomia e di conseguenza farli sentire meno capaci di regolare il proprio comportamento in base alle situazioni.

I genitori iperprotettivi creano danni psicologici nei figli

Conseguenze dell’iperprotezione

Paura e fobie
Se avete l’abitudine di mettere in guardia i nostri figli sui “pericoli” più disparati che potrebbero incontrare nella vita, i bambini cresceranno con la paura che qualcosa di brutto li aspetta.

Dipendenza e insicurezza
Se non si insegna ai propri bambini l’autonomia, a gestire la propria vita o a risolvere i problemi, essi dipenderanno sempre da qualcuno che lo faccia al posto loro! Questo, a sua volta, creerà problemi di autostima, tenderà a non prendere mai l’iniziativa.

Bassa tolleranza della frustrazione e aggressività
Evitare che i figli incontrino la sofferenza può essere un male!I Prima o poi, la vita gli dirà che non è così che va il mondo e che ci sono cose che necessariamente ci feriranno. Essi reagiranno a questi momenti con ira, e aggressività, ciò si ripercuoterà sulle loro relazioni.

I genitori iperprotettivi creano danni psicologici nei figli

Consigli per genitori “iperprotettivi”

Se vi siete appena identificati con questa descrizione, niente paura, la consapevolezza è il primo passo per aiutare i vostri figli ad diventare autonome, indipendenti e felici.

Ecco alcuni consigli utili per genitori iperprotettivi:

Favorire l’indipendenza
Mettere vostro figlio nella condizione di riuscire a fare da solo! Ciò lo renderà un adulto migliore e più sicuro delle sue capacità.

Sostenere i suoi interessi
C’è chi è più portato per lo studio, chi ha un dono artistico, chi ama cantare. Concentratevi sul consolidamento di ciò che c’è di positivo nel bambino, i suoi valori e i suoi attitudini!


Leggi anche: Mamme e figli, come superare l’ansia da distacco


Stimolare la resilienza
Per il benessere dei bambini è indispensabile che diventino resilienti, e imparino a gestire stress, ansia e insicurezze, in modo da diventare persone felici.

Sono una psicologa e psicoterapeuta. Ho sempre amato la scrittura e unirla alla passione per il mondo dell'infanzia mi affascina! Sono incuriosita dalla possibilità di diffondere informazioni alle neo mamme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *