foto_dolore_basso_ventre

Fitte in gravidanza: cause e rimedi

Fitte in gravidanza

Le fitte alla pancia possono avere significati diversi nel corso dei tre trimestri di gravidanza; in ogni circostanza, sono sempre una grande fonte di ansia e preoccupazione. Tuttavia non è detto che siano un pericolo per la salute, ma anche semplici sintomi di una gravidanza, specie nel corso delle prime settimane.

Sintomi di una gravidanza

Nel corso dei primi mesi di gravidanza, la presenza di dolore addominale è un sintomo. La spiegazione è varia, poiché è legata all’aumento degli estrogeni circolanti che irritano la mucosa gastrica, al dislocamento degli organi per fare spazio all’utero e alla diarrea di inizio gestazione.

Da non dimenticare ci sono anche i dolori da impianto, che possono essere impercettibili per molte donne, ma delle vere e proprie fitte per altre. Alla sensazione dolorifica si accompagna quella di avere la vagina bagnata, poiché aumentano le secrezioni mucose.

Diarrea in gravidanza

Dolore basso ventre

Sempre nel corso del I trimestre il dolore va considerato come parte integrante di una possibilità di aborto; in quest’ultimo caso la sensazione è simile ai dolori mestruali e il sangue è simile a una perdita progressiva da ciclo.

I dolori sotto la pancia insorgono perché la cervice uterina tende a dilatarsi precocemente, a seguito dell’interruzione spontanea della gravidanza; mentre la perdita può comparire più lentamente, il dolore è ingravescente e sempre più intenso.

Diarrea in gravidanza

La presenza di fitte in gravidanza è altresì attribuibile a un disturbo gastro-intestinale. Esso può essere una normale conseguenza della gravidanza in atto, specie nelle prime settimane, oppure può indicare la presenza di una gastroenterite o intossicazioni alimentari.

In circostanze simili, i crampi alla pancia accompagnano l’emissione di feci liquide e frequenti; questa condizione non va sottovalutata perché la disidratazione materna compromette il benessere fetale. Ecco perché a volte serve integrare anche endovena.

Mal di pancia in gravidanza

Il dolore al basso ventre non è l’unica manifestazione di mal di pancia in gravidanza, visto che il dolore può interessare svariati distretti anatomici; questi sono situati nei quadranti superiori, inferiori e laterali.

Da non sottovalutare, infine, i dolori del III trimestre che potrebbero semplicemente anticipare l’imminenza di un travaglio. Infatti le contrazioni uterine vengono avvertite come male alla pancia non ben definito; quando poi si regolarizzano, aumentano di frequenza e intensità, la futura mamma le distingue dai dolori allo stomaco classici.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *