foto_congedo_parentale

Congedo parentale, in Italia solo 1 papà su 5 ne usufruisce

In Italia sono davvero pochi i papà ad usufruire del congedo parentale. Purtroppo la legge italiana toglie il 70% dallo stipendio di chi usufruisce del congedo parentale. Per questo motivo a usufruirne sono quasi sempre le mamme, che solitamente hanno uno stipendio più basso. Nel resto dell’Europa però non è così: molti papà usufruiscono del congedo. Uno dei Paesi in cui i padri più restano a casa con i figli è la Finlandia.

Nulla è più importante dell’arrivo di un figlio e del tempo da passare con lui per gli uomini finlandesi. Lo stesso Presidente Sauli Niinistö ha deciso di usufruire del congedo anche se nei giorni in cui è prevista la nascita del figlio sarà impegnato in campagna elettorale. Il Presidente è in corsa per il secondo mandato consecutivo. Il 28 gennaio sono previste le elezioni e l’11 febbraio l’eventuale ballottaggio.

Nonostante ci siano le elezioni, il Presidente prenderà il congedo parentale

Proprio nei giorni delle elezioni nascerà il terzo figlio del Presidente finlandese, primo con la seconda moglie. Il Presidente ha fatto sapere che non rinuncerà al congedo pur essendo in ballo il suo futuro.

Proprio in occasione dell’annuncio di Sauli, i finlandesi hanno approfittato per chiedere l’aumento dei giorni di congedo. Attualmente ai papà finlandesi spettano 54 giorni retribuiti per stare con i figli appena nati.

Nei Paesi nordici il 40% dei padri usufruisce del congedo parentale. In Italia solamente 1 padre su 5 prende dei giorni per stare in famiglia. Infatti la situazione italiana è molto diversa da quella degli altri Paesi europei come la Finlandia.

In Italia i padri hanno due giorni di congedo parentale obbligatorio da prendere. Hanno poi 11 mesi di congedo facoltativo che devono dividere con la madre del bambino. Il congedo facoltativo si può prendere entro i 6 anni del figlio.

La legge italiana prevede però che durante questi 11 mesi di congedo lo stipendio retribuito sia solo del 30%. Per le famiglie italiane non è facile rinunciare quindi al 70% dello stipendio. Quasi sempre a prendere il congedo facoltativo sono le donne che avendo stipendi più bassi perdono meno soldi rispetto ai mariti.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *