foto_bagno_bimbo

Come pulire la vaschetta del neonato

Il primo bagnetto del vostro bambino è un momento speciale! Il neonato si ritrova in una condizione simile a quella vissuta per 9 mesi nel ventre materno; infatti essere a contatto con l’acqua tiepida della vaschetta del bagnetto gli fa rivivere sensazioni familiari. Stare tra le braccia materne, nel calduccio dell’acqua, consente di stabilire un momento di comunicazione e gioco tra figlio e mamma. Ma altrettanto importante è lo scopo principale del bagnetto: la pulizia del bambino e dei suoi accessori. Vediamo come funziona la pulizia della vaschetta!

Accessori per il bagnetto

Le mamme tendono a voler immortalare il primo bagnetto con fotografie e affettuosità al bambino.
Ma cosa serve per il bagnetto del vostro bambino?

– vaschetta
– spugna naturale
– detergente neutro
– accappatoio o asciugamano

È importante portare nella stanza dove avverrà il bagnetto tutto ciò che è scritto, per non lasciare neanche un secondo il bambino da solo!

Il bagnetto non dovrà durare più di 10 minuti e la temperatura ideale dell’acqua è tra i 37 e i 38 gradi (esistono in commercio anche dei termometri specifici).

Una volta preso il bambino dalla vaschetta bisogna avvolgerlo nell’asciugamano (o accappatoio) per non farlo raffreddare.

pulire vaschetta neonato

Molte mamma si chiedono se sia preferibile la vaschetta o il lavandino per lavare il proprio bambino.

In realtà è consigliabile adoperare una vaschetta che permette di immergere il neonato fino all’altezza delle spalle in modo che si senta al calduccio e possa riprovare la percezione di essere ancora nella pancia della mamma.

Pulizia della vaschetta del neonato

Bisogna avere presente di dover ripulire sistematicamente, secondo precise istruzioni, la vaschetta utilizzata.

La pulizia della vaschetta deve essere molto accurata. Ecco i passaggi necessari alla completa pulizia della vaschetta:

Il lavaggio della bacinella va effettuato dopo ogni bagnetto!

pulire vaschetta neonato

– Occorre sciacquare la vaschetta con acqua calda, versando una quantità contenuta di un leggero disinfettante da lasciare agire per mezz’ora. Meglio evitare detergenti troppo aggressivi, si può usare alcool o disinfettanti delicati con etichetta di presidi medico-chirurgici.

– Successivamente si passa una spugnetta inumidita e si risciacqua tutto con abbondante acqua calda.

– Si lascia asciugare all’aria per un quarto d’ora e poi si passa un panno asciutto sulla parte interna della superficie in modo da eliminare le tracce di bagnato. Questo perché l’umidità residua potrebbe facilitare l’annidamento e la diffusione di batteri patogeni.

Infine la vaschetta va conservata capovolta fino al prossimo bagnetto, in modo da difenderla dalla polvere, e va riposta in un appropriato mobiletto.

Sono una psicologa e psicoterapeuta. Mi occupo principalmente di prima infanzia e sostegno alla genitorialità. Da sempre amo la scrittura e unirla alla passione per il mondo dei bambini mi incuriosisce! Il mio obiettivo è quello di diffondere informazioni, notizie e buone prassi psico-educative per le neo mamme e i loro pargoletti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *