foto_clio_make_up

Clio Makeup: “Non bisogna vergognarsi delle smagliature della gravidanza”

Clio Makeup è una delle blogger più amate del mondo. La bella Clio, che come dice il suo stesso nome d’arte è un esperta di trucco, è da poco diventata mamma di Grace. La blogger, seguitissima da tante ragazze, ha voluto lanciare un messaggio importantissimo: quello di non vergognarsi mai dei propri difetti. In particolare Clio ha fatto riferimento alle smagliature che inevitabilmente in gravidanza escono. Il suo è un messaggio di forza, coraggio e amor proprio: le cose che contano nella vita sono altre.

Clio ha pubblicato su Instagram una foto di qualche mese fa con un pancione davvero molto grande. La foto è stata scattata il 19 luglio da suo marito Claudio Midolo. La bimba sarebbe dovuta nascere il 21 luglio ma la piccola Grace ha deciso di farsi attendere fino al 29 luglio. Nella foto pubblicata da Clio, la sua pancia è piena di smagliature: cosa molto comune in gravidanza. La blogger ha deciso comunque di pubblicarla e di non vergognarsi del suo fisico.

Clio ha scelto di mostrarsi senza ritocchi

“Sarebbero bastati due minuti per eliminarle ma ho deciso di non farlo. Non siamo perfetti, mai lo saremo ma possiamo ogni giorno provare a migliorarci. E con questo intendo dire che è sì importante lavorare al nostro fisico ma per prima cosa bisogna lavorare al nostro essere.” ha scritto Clio. Per la blogger curare il proprio fisico è importante, ma non è tutto. È inutile avere un bel fisico se non c’è qualcosa di più profondo nell’animo.

Clio ha continuato il messaggio parlando di valori che nella vita è necessario avere per essere davvero belli dentro e non fuori. “Far crescere con dei valori i figli, aiutare il prossimo, mettere impegno e passione nel lavoro, essere gentili e generosi… Sono tante le cose belle nelle quali possiamo impegnarci e sono queste le cose belle che ci rendono persone migliori… Non i ritocchi alle fotografie.”

Questa è l’unica foto che ho del mio pancione. L’ha fatta Claudio il 19 luglio , il 21 avrei dovuto partorire ( ma sappiamo che la signorina ha deciso di nascere il 29 ?) . È l’unica foto perché dopo aver visto la quantità di smagliature sulla mia pancia mi sono vergognata e sono andata in camera a piangere…non ho mai avuto la pelle elastica ma fino all’ottavo mese sembrava esser tutto sotto controllo, poi al nono mese sono arrivate all’improvviso. Avrei potuto editare la foto, sarebbero bastati 2 minuti per eliminarle ma ho deciso di non farlo. Non siamo perfetti, mai lo saremo ma possiamo ogni giorno provare a migliorarci … e con questo intendo dire che è sì importante lavorare al nostro fisico, ma per prima cosa bisogna lavorare al nostro essere . Far crescere con dei valori i figli, aiutare il prossimo , mettere impegno e passione nel lavoro , esser gentili , generosi… sono tante le cose belle nelle quali possiamo impegnarci e sono queste le cose che ci rendono persone migliori…non i ritocchi alle fotografie 😉 . Ragazze forza , amiamoci e amiamo di più!!!!

A post shared by Clio (@cliomakeup_official) on

Clio ha inoltre lanciato un messaggio importantissimo per tutte le ragazze che la seguono: quello di amarsi sempre, di apprezzarsi di più e di non pensare troppo ai difetti fisici.

Grace è nata il 29 luglio a New York

Clio è diventata mamma di Grace lo scorso 29 luglio. La bimba è nata a New York, dove la blogger vive con suo marito Claudio Midolo. Fin da quando ha scoperto di aspettare un bambino, Clio ha reso partecipi le sue followers, pubblicando tantissimi scatti con il pancione e aggiornando sempre i suoi seguaci.

Anche prima di partorire, Clio ha pubblicato molte Instagram Stories durante il travaglio per tenere costantemente aggiornate tutte le persone che da anni la seguono e le vogliono bene.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *