foto_nausea_gestante

Candeggina in gravidanza va evitata

Candeggina in gravidanza

Le pulizie domestiche in gravidanza non sono proibite, anzi, possono essere un modo che ha la donna di vivere la gestazione facendo le medesime attività di sempre. Tuttavia è importante non affaticarsi e soprattutto evitare di usare detergenti come la candeggina in gravidanza o l’ammoniaca.

Il danno di questi prodotti non è diretto alla madre o al feto, nel senso che non inficiano sulla loro salute; eppure l’utilizzo deve essere limitato nel tempo, poiché l’esposizione a tali sostanze può essere fonte di fastidio. Infatti l’odore che emanano è molto forte.

Pulizie di casa in gravidanza

Assodato che le faccende di casa si possono fare, è giusto sfatare un mito: le pulizie domestiche, come pulire per terra, accelerano l’insorgenza del travaglio. Stancarsi genera solo delle contrazioni irregolari, che sono il sintomo di un muscolo uterino stanco, poiché privato di ossigeno.

Respirare candeggina in gravidanza

Quindi come fare le pulizie di casa? Il modo corretto è di farle evitando di salire e scendere dalle scale, poiché aumenta il rischio di caduta, o di abbassarsi troppo repentinamente. Come detto, mai eccedere ma organizzare il tempo in modo saggio.

E come organizzarsi per le pulizie di casa? Per evitare l’affaticamento è bene evitare di pulire tutta la casa in un solo giorno, ma è bene distribuire piccole attività con cadenza giornaliera oppure ogni 2/3 giorni.

Respirare candeggina in gravidanza

Inalare candeggina è il vero e unico rischio correlato alla gravidanza; infatti respirare candeggina fa male, e provoca giramenti di testa e nausee molto intense. L’odore infatti è indubbiamente molto forte, e può scatenare reazioni fisiche, che in casi gravi generano in vertigini e cefalea.

Per ovviare a questo problema, molte donne o evitano di usarla, favorendo altri detergenti profumati e meno forti, oppure usano mascherine e guanti protettivi. Tuttavia basterebbe davvero evitare il tempo di esposizione per non avere reazioni spiacevoli.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *