foto-corredino-per-asilo-nido

Abusi asilo Vercelli, un papà: “La dirigente sapeva”

Abusi asilo Vercelli, un papà: “La dirigente sapeva”

Continua a far discutere lo scandalo dell’asilo di Vercelli, dove qualche giorno fa sono state arrestate tre maestre per abusi ed offese ai piccoli alunni della struttura. L’indagine, partita dalle segnalazioni di alcuni genitori, ha portato al fermo delle insegnanti dopo l’installazione di telecamere nascoste nel nido.

L’intervento in diretta a Mattino Cinque

Oggi, in diretta a Mattino Cinque, è intervenuto il papà di una delle vittime. Le pesanti dichiarazioni dell’uomo, mettono in discussione il ruolo della dirigente della struttura, che a suo dire, sapeva delle violenze e non ha mai detto nulla.

L’accusa alla dirigente della scuola

Io e mia moglie ci siamo accorti che qualcosa non andava con nostro figlio, ma non riuscivamo a capire cosa, poi siamo andati dai carabinieri a fare la denuncia ma sono passati un paio di mesi prima che l’accettassero, nel frattempo sono stati ritirati altri bambini dalla scuola e la dirigente dice che non ne sapeva nulla, ma in realtà sapeva tutto“, ha detto Francesco.

La gente sentiva le urla dalla strada

L’uomo ha poi continuato a muovere le dichiarazioni choc nei confronti della preside. “Mia moglie ha visto qualcosa: un bimbo problematico tirato per i capelli e quando la dirigente dice che l’aula era la più lontana dell’istituto, mente perché vi assicuro che c’è gente che sentiva le urla fuori dalla strada“, ha confessato.

Le maestre parlavano dei maltrattamenti

Anche tra di loro, le maestre parlavano senza problemi dei maltrattamenti a cui sottoponevano i bimbi. Un’insegnante ha ammesso di aver “suonato una bottiglia in testa ad un bambino” mentre parlava con una sua collega, un’altra consigliava “Dagli una sberla, ti autorizzo io. Dagliela secca.

Il bimbo dovrà seguire un periodo di riabilitazione

Anche per questo, Francesco trova “assurdo che la dirigente non ne sapesse nulla“. Ora il figlio dovrà seguire un periodo di riabilitazione psicologica per riprendersi dallo shock per le violenze avvenute in quella maledetta aula.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *