foto_bimba_abbandonata

Abbandona figlia neonata in cantina: colpa della depressione post partum

Le vittime della depressione post parto sono le mamme, ma troppo spesso a rimetterci sono anche i figli. A Pavia una donna ha abbandonato la famiglia appena nata in cantina e ha poi chiamato i soccorsi. Evidentemente in stato confusionale, la donna nel suo racconto si è tradita più volte e i medici hanno compreso che la piccola è sua figlia. La neo mamma soffre di depressione post parto che l’ha portata a compiere un gesto folle.

La triste vicenda è accaduta ieri pomeriggio in provincia di Pavia. Verso le 13:30 la donna ha chiamato il 118, dicendo di aver trovato una bimba abbandonata in una cantina in un’abitazione di via Ferrera Erbognone, della quale ha fornito l’indirizzo. I sanitari sono arrivati sul posto e hanno trovato la neonata abbandonata, ma fortunatamente in buone condizioni, e una donna al suo fianco in stato confusionale.

La donna che ha chiamato i soccorsi è la mamma della bimba

I medici hanno subito compreso che la donna a fianco della bambina era la stessa che aveva chiamato i soccorsi. La donna in questione è la mamma della bambina, che durante la chiamata aveva finto di non saperne nulla. Inizialmente infatti la donna aveva raccontato di aver trovato la bimba per strada. Dopo molte contraddizioni, la neo mamma ha finito per ammettere che la piccola è sua figlia. La neonata è stata partorita tre giorni fa.

La neonata è stata trasportata all’ospedale San Matteo di Pavia insieme alla mamma e all’altro figlio della donna di 2 anni. Insieme ai soccorsi si sono attivati anche i carabinieri di Sannazzaro, comune in cui la donna abita.


Leggi anche: Quanto dura la depressione post partum


Fortunatamente la neonata sta bene. La mamma ha raccontato di aver chiamato il 118 perché in preda alla disperazione. La giovane soffre di depressione post partum. Sola in casa con il compagno a lavoro, la donna ha avuto un momento di ansia e ha preferito chiamare i soccorsi.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *