foto_bambina

Santa Giovanna: onomastico e significato

Santa Giovanna

Il nome Giovanna ha un significato profondo, deriva infatti dall’ebraico e significa “dono del Signore”. Usato nella tradizione per i figli attesi e nati quando oramai i genitori avevano perso la speranza, è ricordato soprattutto per la vita di Santa Giovanna d’Arco. Vediamo qual è la sua drammatica storia che l’ha portata alla Santità.

S. Giovanna d’Arco

L’onomastico di Giovanna cade il 30 maggio, in ricorrenza della morte della “Pulzella d’Orleans”, sopranome della vergine uccisa al rogo Giovanna d’Arco.

La vita di Giovanna d’Arco ha suscitato da sempre molta impressione e curiosità. La sua giovane età, la passione che la contraddistingueva e la sua drammatica morte, ne fanno un personaggio a volte mitizzato, attraverso film, libri e opere teatrali.

L’esempio di questa Santa ci parla dell’amore per la Patria e di pace tra gli uomini. Dall’esistenza di Santa Giovanna D’Arco possiamo imparare queste tre cose:

– l’amore per la propria patria è una virtù cristiana;
– combattere deve essere sempre una soluzione finale;
– bisogna lottare per la verità e non per il potere.

Chi è Giovanna d’Arco? Santa Giovanna d’Arco era una fanciulla di poverissime origini, analfabeta, che lottò al servizio della Verità di Dio e per la sua patria.

Ecco alcune ritratti di Giovanna d’arco in immagini prese dal web:

Santa Giovanna

Santa Giovanna

Santa Giovanna

Giovanna d’Arco storia

La storia di Giovanna d’Arco è stata raccontata e ripresa anche in un film del del 1999, diretto da Luc Besson, con protagonista l’attrice Milla Jovovich.

Giovanna, figlia di contadini, nacque a Domremy nell’1412; durante la Guerra dei Cento anni (1337-1453) abbandona giovanissima l’abitazione dei genitori per seguire la volontà di Dio. Diceva di sentire voci che le suggerivano di liberare la Francia dagli Inglesi.

Nel 1429, grazie alla sua perseveranza, riuscì a presentarsi alla corte di Carlo VII, acquisendo dal re la facoltà di poter cavalcare in una truppa armata. Con la sua presenza carismatica, riuscì a liberare l’8 maggio 1429 Orleans; questo trionfo le valse l’appellativo di “Pulzella di Orleans”. Dopo qualche giorno ottenne una nuova vittoria a Patay.

Tali due conquiste consentirono la conquista del territorio francese fino a Reims e il Delfino Carlo fu incoronato Re Carlo VII.

Ma, una volta proclamato re, Carlo VII dubitò di Giovanna e decise di trattare con gli Inglesi. Lasciata sola, Giovanna non poté portare a termine la battaglia contro gli Anglo-Borgognoni; nel 1430 fu ferita vicino Parigi e, mentre avanzava verso Compiegne, il 24 maggio del 1430 fu catturata dai Borgognoni, i quali erano dalla parte degli Inglesi e la cedettero a loro.

Santa Giovanna

Venne imprigionata e portata a Rouen davanti a un tribunale di religiosi, dopo innumerevoli interrogatori, fu dichiarare colpevole per eresia ed arsa viva il 30 maggio 1431. In realtà si trattava di un falso tribunale dell’Inquisizione con giudici ingaggiati dagli Inglesi.

Fu riscattata nel 1456. Giovanna d’Arco fu beatificata il 1909 da Papa San Pio X e nel 1920 Benedetto XV fu proclamata San Giovanna. Si ricorda San Giovanna con onomastico il 30 Maggio.

Sono una psicologa e psicoterapeuta. Mi occupo principalmente di prima infanzia e sostegno alla genitorialità. Da sempre amo la scrittura e unirla alla passione per il mondo dei bambini mi incuriosisce! Il mio obiettivo è quello di diffondere informazioni, notizie e buone prassi psico-educative per le neo mamme e i loro pargoletti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *