bambino indaco

San Martino onomastico e significato

San Martino

San Martino è ricordato molto dalle persone per il suo famoso episodio del mantello. San martino è il giorno dedicato a molte credenze popolari, basti pensare all'”Estate di San Martino”. Guardiamo nel dettaglio quando capita l’onomastico di chi si chiama Martino, o Martina, il significato del nome e gli aneddoti del famoso Santo.

Santa Martina

San Martina era una vergine romana che discendeva da una illustre famiglia consolare. Rimasta orfana, si dedicò con tutto lla sua anima alle opere della cristiana misericordia, suddividendo le sue ricchezze che aveva ricevuto in eredità dai genitori.

I romani sospettarono subito che Martina fosse seguace di quel Nazareno che veniva a predicare una fratellanza universale anche a Roma, e la accusarono e arrestata. Distribuì quello che ancora le rimaneva, ai poveri ed alla Chiesa.

Le furono fatte promesse e minacce perché sacrificasse agli dei dell’impero. Ma la giovane, forte della sua fede in Cristo, rispose sempre con fermezza che “era cristiana”.

Fu quindi torturata in ogni modo e messa al rogo, e infine decapitata. Molti della folla e qualche suo carnefice, alla vista del supplizio, si convertì al cristianesimo. l’onomastico si celebra il 30 Gennaio.

San martino

Significato del nome Martina: Martina deriva dal latino “dedicato a Marte”; è in genere una persona pacifica e molto sensibile. Sognatrice ma sempre con occhi ben aperti; le sue ambizioni sono realistiche e con la sua dose di determinazione riesce a raggiungere i suoi obiettivi.

Martino

San martino onomastico: Martino celebra l’onomastico l’11 novembre in ricordo di San Martino.

Il santo di Tours nacque in Pannonia e morì a Candes-Saint-Martin, in Francia, nel 397. Il giovane Martino era figlio di un ufficiale romano in Gallia e fu preparato alla dottrina cristiana sebbene non fosse stato battezzato.

Un giorno d’autunno, uscendo a cavallo dalla città di Amiens, condivise il suo mantello di lana con un umile mendicante; La sua buona azione fu associata a un cambiamento del clima, che divenne mite. Ancora oggi le giornate tiepide che si hanno intorno al 11 novembre vengono definite “l’estate di San Martino”.

Quella notte Martino sognò Gesù che gli rivelava di essere lui quel mendicante, ed ebbe così una veloce conversione al cristianesimo.

san martino

Nel 356 lascia l’esercito, fu battezzato ad Amiens. Dopo alcuni viaggi Martino torna in Gallia, dove viene ordinato prete da Ilario. Nel 361 fonda a Ligugé una comunità di asceti, che è considerata il primo monastero in Europa. Nel 371 è eletto vescovo di Tours.

Il nome Martino deriva dal latino Martinus e significa ‘dedicato a Marte’. Le persone che portano questo nome sono dedite a fantasticare ad occhi aperti, sono accomodanti e pacifici, infatti non amano polemizzare e cercano sempre di conciliare i litiganti. Sono determinati verso gli obiettivi, che riescono a raggiungere senza problemi.

Sono una psicologa e psicoterapeuta. Mi occupo principalmente di prima infanzia e sostegno alla genitorialità. Da sempre amo la scrittura e unirla alla passione per il mondo dei bambini mi incuriosisce! Il mio obiettivo è quello di diffondere informazioni, notizie e buone prassi psico-educative per le neo mamme e i loro pargoletti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *