foto_pasta

Pasta in gravidanza? Sì, ma attenzione alle dosi

Pasta in gravidanza

Curare l’alimentazione in gravidanza è fondamentale per il benessere della mamma e del nascituro. La dieta deve essere il più varia ed equilibrata possibile, per garantire l’assunzione delle sostanze nutritive utili per il corretto sviluppo del feto. La pasta è l’elemento che caratterizza la dieta mediterranea. Detto questo, è corretto consumare la pasta durante la gravidanza? È vero che fa ingrassare? Andrebbe evitata?

Proprietà della pasta

La pasta in sè e per sè non fa ingrassare. A fare la differenza sono i condimenti che vengono utilizzati e le porzioni che vengono consumate. Rispettando le giuste indicazioni, la pasta è un alimento consigliato durante la gravidanza.

La pasta presenta numerose proprietà: è facilmente digeribile e previene dalle malattie cardiovascolari. Inoltre sazia (in modo particolare la pasta integrale, la quale contiene le fibre) e fornisce energia. Non dimentichiamo, poi, che le fibre contrastano la stipsi, favorendo la motilità intestinale.

Il pane e la pasta contengono i carboidrati, ossia gli zuccheri complessi maggiormente consigliati durante la gravidanza. Gli zuccheri semplici contenuti, ad esempio, nei dolciumi sono da evitare.

pasta in gravidanza

Pasta a favore del benessere

La pasta, specialmente quella integrale, contiene la vitamina B1 (la Tiamina) che agisce sul buon funzionamento del sistema nervoso e trasforma il glucosio in energia. Il glucosio favorisce anche la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore che si occupa del benessere.


Leggi anche: Sarà maschio o femmina? Scoprilo con il gioco della pasta


Pasta in gravidanza: sì o no?

Sì. Date le caratteristiche sopra elencate, si può mangiare la pasta durante la gravidanza. Essa consente il giusto apporto di energia. La quantità giornaliera consigliata è di 80 grammi.

La pasta può essere condita con verdura di stagione, risultando leggera e facile da digerire. Ad essa, naturalmente, vanno abbinate correttamente le proteine derivanti da legumi e pesce. Non dimentichiamo che la pasta può essere sostituita da pane o riso. Meglio se integrali.

Sono laureata in Scienze dell'educazione e sono appassionata di lettura e di scrittura: scrivo da quando ero bambina, metto nero su bianco tutto ciò che mi passa per la testa! PassioneMamma è diventata l'occasione per unire la mia più grande passione alle riflessioni sui più piccoli, il cui mondo mi affascina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *