foto_mamma_paura

Mangiare la placenta del bambino fa male: i rischi

Non bisogna mangiare la placenta del bambino

Fino a poco tempo fa spopolavano le foto di molte celebrità che sostenevano i benefici dell’ingerire la propria placenta. Oggi i medici mettono in allerta su una pratica che può avere ricadute negative sia sulla salute della mamme che ne fanno uso, sia sui bambini.

La moda di mangiare la placenta

La placentofagia è la pratica di mangiare la placenta dopo la nascita del proprio bambino. Anche la modella Claudia Galanti aveva postato una sua foto mentre sorseggiava la sua placenta.

Si dice che la placenta abbia delle proprietà interessanti, come la rapida ricomparsa dell’energia, la protezione dallo sviluppo di una depressione post partum, all’aumento della produzione di latte ed è diventata nel tempo una moda da seguire. Ma senza alcun fondamento scientifico!

non mangiare placenta

La ricerca

Gli studi recenti non ha confermato nessun beneficio sulla salute anzi, mangiare la placenta potrebbe accrescere i rischi per la madre e il suo allattamento.

Una ricerca pubblicata sull’American Journal of Obstetrics Gynecology ha verificato alcune delle ultime ricerche sulla placentofagia.

L’autore della ricerca, il dottore Grünebaum, professore di ginecologia al Weill Cornell Medical (New York City) afferma che non ci sono assolutamente dei benefici. Ma c’è di più: a detta dell’esperto è molto rischioso mangiare la placenta.

I rischi sono diretti sia alle mamme e ai bambini e possono comprendere:

– infezioni virali e batteriche durante la fase di allattamento;
– ingestione di tossine e ormoni accumulati durante la gravidanza.

Non mangiare placenta

Spesso la placenta è mangiata o essiccata o incapsulata. Ma il pericolo è presente anche se la placenta è congelata o cucinata, perché c’è bisogno di una temperatura a -130 gradi per più di 2 ore per uccidere i batteri.

Gli studi hanno inoltre comprovato che, anche se la placenta fosse cucinata abbastanza a lungo per uccidere i virus o i batteri, i metalli pesanti e gli ormoni si possono accumulare nella placenta e mangiarla non porterebbe nessun beneficio.

Molte donne che l’hanno mangiata, infatti, hanno sofferto di mal di testa che potrebbe essere causata da metalli pesanti, come il cadmio, presente nella placenta.

Come si spiega allora questa ondata di persone che affermano la salubrità di questa pratica? Il dottor Grünebaum sostiene che le persone abbiano dei motivi finanziari (ossia verrebbero pagate da chi si occupa di predisporre la placenta sotto forma di capsule o poveri) e prendono forza dal fatto che le madri desiderano sempre il meglio per i loro bambini.

Sono una psicologa e psicoterapeuta. Mi occupo principalmente di prima infanzia e sostegno alla genitorialità. Da sempre amo la scrittura e unirla alla passione per il mondo dei bambini mi incuriosisce! Il mio obiettivo è quello di diffondere informazioni, notizie e buone prassi psico-educative per le neo mamme e i loro pargoletti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *