foto_autismo

Integratori multivitaminici in gravidanza non provocano l’autismo

L’autismo è uno dei temi più discussi e controversi degli ultimi anni. Non si conoscono precisamente le cause dell’autismo e proprio per questo tantissime sono le ricerche che cercano di comprendere meglio questo disturbo che si manifesta in età infantile. Tanti sono anche gli studi che cercano di capire se esista un modo per prevenire l’autismo e, secondo i ricercatori della Drexel University, un modo ci sarebbe, o almeno si pensa che sia così. Secondo lo studio assumere multi vitaminici in gravidanza aumenterebbe le probabilità che il bambino nasca senza alcuna forma di autismo.

C’è un legame tra assunzione in gravidanza di multivitaminici e bambini non autistici. È presto e non ci sono prove a sufficienza per parlare realmente di una correlazione sicura, ma un legame c’è. La scoperta si deve ad uno studio della Drexel University che ha notato appunto come le mamme che in gravidanza hanno assunto integratori multivitaminici, hanno avuto meno bambini autistici.

Molti studi hanno indicato una possibile correlazione tra l’insorgenza di autismo nel bambino e le abitudini alimentari della madre in dolce attesa. Lo studio in questione ha analizzato un campione di studio molto ampio, e questo fa pensare che i risultati ottenuti siano attendibili. La ricerca è stata pubblicata sul British Medical Journal.

Sono stati analizzati i dati di 273.000 coppie mamma/bambino

I ricercatori hanno condotto lo studio su un campione molto ampio. Sono stati presi in esame 273.000 coppie di mamma e bambino, tutti residenti a Stoccolma. I bambini sono nati tra il 1996 e il 2007 e al momento dello studio avevano un’età compresa tra i 4 e i 15 anni.

I ricercatori hanno analizzato quali integratori sono stati assunti dalle donne in gravidanza: ferro, acido folico, multivitaminici ecc. I dati raccolti sono stati incrociati con quelli delle indagini fatte sui bambini per quanto riguarda la presenza di autismo. Tutti i dati provenivano da una banca dati svedese, molto precisa e dettagliata.

È emerso un legame tra le abitudini delle mamme e la presenza o meno di autismo. Le donne che hanno assunto multivitaminici in gravidanza hanno avuto una percentuale più bassa di figli autistici. Le donne che invece non hanno assunto tali integratori hanno avuto una percentuale più alta di bambini con disabilità intellettive e disturbi dello spettro autistico.

Nonostante i risultati parlino chiaro, c’è bisogno di studi più dettagliati e mirati per comprendere a pieno il legame tra assunzione di multivitaminici e minor rischio di autismo nei figli.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *