foto_cesareo

Il cesareo programmato causa problemi ai bambini: lo dice la scienza

Le gravidanze non sono tutte uguali, così come i parti: alcune donne hanno problemi che le obbligano a partorire con il cesareo. Il parto cesareo è l’operazione chirurgica più effettuata al mondo. Tantissimi bambini vengono al mondo tramite parto cesareo, ma non in tutti i casi il cesareo è una necessità. Infatti tantissime mamme scelgono di far nascere i bambini con il cesareo anche se non hanno problemi di salute che lo rendono indispensabile. Il cesareo, oltre ad essere inutile per una donna che può partorire naturalmente, ha anche degli effetti negativi sulla crescita del bambino.

Secondo la scienza il cesareo quando non è necessario non andrebbe fatto: infatti questa operazione potrebbe influenzare anche la capacità di apprendimento dei bambini. I bambini nati con cesareo sembrano avere carenze rispetto ai loro coetanei, in varie aree tematiche, come grammatica, matematica, lettura e scrittura.

A scoprire la correlazione tra carenze varie nei bambini e cesareo è stato uno studio dell’Università di Melbourne. I ricercatori hanno preso in considerazione 5000 bambini, alcuni nati con parto naturale e altri con cesareo.

Gli studiosi hanno osservato che i bambini nati con cesareo avevano varie carenze in varie aree. Secondo i ricercatori la capacità ridotta di apprendimento è dovuta ad alcuni batteri intestinali che i bambini nati con cesareo hanno.

I bambini nati con parto naturale hanno più batteri benefici

Ma come fanno questi batteri ad influenzare la capacità cognitiva dei bambini? I bimbi che nascono con parto naturale, passando attraverso la vagina, sono esposti e colonizzati da determinati batteri benefici della madre.

Inoltre i bambini nati con parto naturale vengono subito accostati alla madre e allattati immediatamente. Anche con questo contatto i bimbi vengono esposti ad altri batteri. Nel parto cesareo spesso il contatto con la mamma e l’allattamento vengono ritardati.

I batteri vaginali dei bambini nati naturalmente e con cesareo sono molto diversi. I bambini nati da cesareo hanno meno batteri benefici e inoltre hanno più probabilità di prendere batteri “non buoni” in ospedale.

Nonostante il cesareo si debba fare solamente in caso di urgenza, i numeri sono in crescita. Tante mamme non scelgono di fare il cesareo per la loro età o per il loro peso, ma perché influenzate dall’ambiente circostante.

Il ritardo dei bambini nati da cesareo rispetto agli altri non è comunque abissale: equivale a circa 35 giorni di scuola persi in un anno.


Leggi anche: Cesareo programmato, quali sono i rischi per la mamma


Tante mamme sono obbligate a fare il cesareo perché hanno avuto dei problemi durante la gravidanza o hanno dei problemi di salute. Per queste donne il cesareo è un metodo di parto sicuro e l’unico possibile. Il cesareo non dovrebbe essere però una scelta per le altre mamme che non ne hanno necessità.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *