Ciliegie in allattamento

Ciliegie in allattamento sono da evitare

Ciliegie in allattamento

Il dilemma di tante mamme che allattano i propri figli al seno riguarda gli alimenti che possono o non possono mangiare. Sia che si tratti di carne, che di pesce, dolci o frutta, la confusione è sempre tanta. Proprio parlando di frutta, pare esistano alcuni tipi che andrebbero evitati durante l’allattamento. Ma le ciliegie in gravidanza si possono mangiare?

A tal riguardo sembra che ci sia un parere unanime da parte dei pediatri. Le ciliegie in realtà, nonostante siano dei frutti ricchi di vitamina C, pare siano sconsigliate durante l’allattamento. Il motivo? Questi frutti così saporiti pare possano causare delle reazioni pseudo-allergiche. Per queste ragioni, le ciliegie rientrano tra gli alimenti sconsigliati in allattamento.

Cosa non mangiare durante l’allattamento

Le ciliegie non soltanto, dunque, possono scatenare delle reazioni allergiche nel neonato, ma pare possano anche avere altri effetti negativi. Per chi non lo sapesse, le ciliegie sono dei frutti molto diuretici, ma ad ogni modo proprio per questo motivo potrebbero causare coliche nei neonati. Per questo motivo, le ciliegie vengono inserito nell’elenco dei cibi da evitare in allattamento per coliche nei neonati.

Tra gli alimenti da evitare citiamo anche gli insaccati, i legumi, la frutta secca, le fritture in generale, i cavoli e broccoli, carciofi, aglio e cipolla crudi, verdure amare, peperoncino e curry. Tra la frutta da evitare in allattamento, oltre alle ciliegie citiamo anche le fragole, sempre per le stesse motivazioni.

Inoltre, vanno limitati gli agrumi che se consumati in grandi quantità potrebbero dar luogo a problemi di dermatite da pannolino al vostro bambino.

ciliegie in allattamento

Cosa mangiare quando si allatta

Se vi state chiedendo cosa si può mangiare durante l’allattamento, ecco qui di seguito alcuni utili consigli. Riguardo la frutta, vi diciamo subito che è preferibile quella di stagione e soprattutto fresca.

Uno dei frutti consigliati è la banana, che apporta molto potassio e fornisce una buona dose di energia alla mamma e di conseguenza al piccolo. Al fine di avere un corretto apporto di sali minerali e di vitamine, è bene consumare due porzioni di frutta e due di verdura al giorno. Queste dovranno essere consumate fresche e crude.

Cosa mangiare quando si allatta al seno? Tra gli alimenti ammessi citiamo sicuramente la pasta, i cereali, i fagioli, e i legumi, soprattutto le lenticchie.Si possono mangiare, ma in quantità limitate: formaggi, latticini, pesce, carni bianche e rosse, yogurt.

Sapevate, inoltre che esistono degli alimenti che possono aiutare ad aumentare il latte materno? Nello specifico questi alimenti che ora vi indicheremo, pare stimolino la prolattina, ovvero l’ormone per l’allattamento al seno.

Cosa mangiare per aumentare il latte materno? Ecco l’elenco: semi di fieno greco, semi di finocchio, ortaggi rossi, lenticchie rosse e legumi secchi, semi di aneto.

Rizzo Manuela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *