foto_acqua

I bambini che bevono poco soffrono di più di tosse

Spesso i bambini non bevono abbastanza. I genitori allora si ingegnano cercando svariati metodi per idratare i loro figli, come bicchieri con cannucce o biberon colorati. Non bere abbastanza per i bambini è un problema serio perché porta a varie conseguenze negative. Oltre a non essere idratato correttamente, il bimbo che non beve va incontro anche ad altri problemi. Ad esempio i bambini che bevono poco soffrono più di tosse rispetto agli altri. A rivelarlo è un recente studio dell’AIST, l’Associazione italiana per lo studio della Tosse.

Il 60% dei bambini italiani non beve abbastanza. Di questi bambini addirittura il 90% soffre spesso di tosse. Nei bambini idratati correttamente la percentuale scende drasticamente, quasi dimezzandosi. Infatti solamente il 52% dei bambini che beve correttamente soffre di tosse. Il numero dei bambini che soffrono di tosse e non bevono è quasi il doppio rispetto a quelli che bevono abbastanza.

La ricerca è stata condotta su 400 bambini

Lo studio ha preso in considerazione 400 bambini tra i 6 e i 14 anni di una scuola di Bologna. La ricerca ha constatato che i bambini italiano bevono davvero molto poco. Il 60% di essi non beve il necessario.

Inoltre, i bambini poco idratati soffrono quasi tutti di tosse frequente e di maggior durata.

Una corretta idratazione ha effetti benefici anche sull’asma. Solo il 7% dei bambini idratati soffre di crisi frequenti, mentre il dato sale al 26% per i bimbi che bevono poco.

Lo studio è stato diviso in due parti. Nella prima parte i bambini hanno compilato un questionario sulle abitudini alimentari: è stato chiesto ai bimbi quanto bevano durante il giorno. La seconda parte della ricerca è stata condotta da medici che hanno cercato di capire la correlazione tra l’idratazione e le malattie respiratorie.

La buona idratazione mantiene in buone condizioni l’apparato respiratorio e favorisce l’attivazione dei naturali meccanismi di difesa dell’organismo. Inoltre quando l’organismo è disidratato aumenta la produzione di instamina, una sostanza che favorisce le problematiche respiratorie.

La disidratazione, ovvero la condizione in cui l’acqua persa è superiore all’acqua assunta, determina nel bambino anche altri problemi, come riduzione del rendimento psico-fisico. Questa riduzione porta persino a memoria più breve e deficit di attenzione.


Leggi anche: Tosse nei bambini quando preoccuparsi


I genitori spesso non sono consapevoli dei danni che la disidratazione porta. Le mamme e i papà dovrebbero cercare di far bere di più i bambini perché le conseguenze negative della disidratazione sono davvero molte.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *