foto_regolarizzare_sonno_neonato-compressed

Neo genitori: arrivano i baby monitor che si usano con lo smartphone

Le difficoltà dei neo genitori

Il baby monitor nasce per aiutare i neo genitori che, per definizione, sono inesperti e molto apprensivi; questi apparecchi, di nuova e ultima generazione, si ricaricano in wireless e vengono indossati come una cavigliera per seguire a distanza il piccolo che dorme.

La motivazione è semplice: far sì che mamma e papà siano sempre informati. Il tutto viene fatto da questi strumenti inviando notifiche sullo smartphone. Quindi, in modo semplice e veloce, i genitori hanno informazioni in tempo reale per il controllo e il monitoraggio del proprio figlio.

Una rivoluzione 2.0

L’utilizzo del baby monitor è importante per seguire la crescita del bambino mediante le nuove tecnologie; non sempre, infatti, è facile comprendere i comportamenti e i bisogni del neonato. In questo modo, e con la situazione sempre sotto controllo, anche i genitori più ansiosi potranno avere risposte tempestive.

Funzionamento del baby monitor

Come indossare il baby monitor

Il baby monitor si impegna a dare continue informazioni ai neo genitori, riguardo alle condizioni fisiche del bambino e sull’ambiente in cui è stato messo a riposare; questi due parametri sono importanti nella valutazione del sonnellino, che è un momento cruciale nella vita del nuovo arrivato.

Come si indossa il baby monitor? Esso è una cavigliera, fatta di tessuto traspirante e ipoallergenico; in più si presenta soffice e lavabile, e ancora disponibile in 3 diverse misure. Quest’ultime vengono prodotte in modo da essere calibrate alla crescita del piccolo.

Funzionamento del baby monitor

L’apparecchio viene collegato a un sensore, ricco di funzioni: misurazione della frequenza cardiaca, della temperatura corporea attraverso la pelle, dei movimenti e della posizione del neonato. La ricarica del sensore avviene mediante caricatore senza fili, che a sua volta è dotato di sensori che monitorano l’ambiente.

Dell’ambiente circostante vengono valutati: temperatura della stanza, presenza di suoni e rumori, luminosità e umidità. La cavigliera, ma anche il caricatore, inviano info allo smartphone mediante un’applicazione che manda notifiche a mamma e papà riguardo a tutte le info captate sulla salute del piccolo.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *