foto_sonno

Mamma stanca con figli: 7 consigli per tornare a dormire

Essere una mamma a volte è davvero un lavoro stancante. Dopo una giornata passata correndo dietro il bebè, preparando la pappa e giocando con lui, spesso ci si sente esauste e prive di energia. Nonostante ciò non sempre si riesce a prendere sonno. La stanchezza a volte è davvero tanta, ma molte mamme non riescono a dormire una volta messe a letto. Ci sono alcune abitudini che possono servire a migliorare il proprio sonno oltre che il proprio essere genitori.

1. Ascoltare l’orologio del proprio organismo

Per aiutare il proprio organismo si dovrebbe dormire ogni notte alla stessa ora. Non si deve ignorare la stanchezza: se il corpo è stanco bisogna dormire. Al contrario se non si è ancora stanchi è inutile andare a letto. Un’altra regola per far stare bene il proprio organismo è uscire presto al mattino. Anche il bambino ne beneficerà se la mamma si sente meno stanca.

2. Un buon ambiente

Bisogna dormire in un posto in cui si sta comodi. Il materasso deve essere di qualità, né troppo duro né troppo morbido. La stanza deve essere scura ma soprattutto silenziosa: se non lo è è meglio usare i tappi per le orecchie. Bisognerebbe lasciare fuori dalla stanza gli oggetti tecnologici e utilizzare la camera solamente per dormire. Infatti si dovrebbe vedere la tv in un’altra stanza per non disturbare il sonno.

3. Non avere dipendenza

Alcool, fumo e farmaci non aiutano a rilassarsi, al contrario di quanto si crede a volte. Addormentarsi è davvero difficile quando si assumono queste sostanze. Le sigarette aumentano il battito cardiaco e la pressione sanguigna. L’alcool è un depressivo e spesso fa stare male la notte. I medicinali come le gocce per dormire vanno assunte solamente su prescrizione medica e dopo un po’ di tempo non fanno più effetto. Se si fuma, si beve o si prendono medicinali, sarà anche più difficile prendersi cura del bambino la notte. Spesso non lo si sente neppure.

4. Avere la mente libera

Avere dei pensieri non aiuta a dormire bene. Bisognerebbe parlare delle proprie preoccupazioni prima di andare a dormire, affinché la mente si liberi. Spesso aiuta fare un’attività rilassante la sera prima di andare a dormire, come lo yoga, la lettura di un libro, una doccia calda o una chiacchierata. Anche guardare l’orologio durante la notte può far aumentare l’ansia quindi bisognerebbe non farlo. Rilassandosi è più facile prendere sonno.

5. Fare esercizi

Fare esercizi durante il giorno aiuta a prendere sonno. Può aiutare anche una semplice passeggiata o un pomeriggio al parco con il proprio bambino. Durante l’esercizio aumenta la temperatura corporea, dopo scende: in questo momento arriva la sonnolenza. Ovviamente prima di andare a dormire non bisogna sforzarsi troppo perché altrimenti il calore che si genera può interferire con i regolatori di sonno. Le attività da fare per fare esercizi possono conciliarsi con le esigenze del bambino: si può fare una passeggiata in bici con il bimbo o iscriversi in palestra con lui.

6. Smettere di provare di addormentarsi

Se dopo 20 minuti passati a letto non si prende sonno, è meglio alzarsi, fare qualcosa di calmo e noioso affinché scenda il sonno. Bisogna mantenere le luci basse ed evitare di fare cose stimolanti ed eccitanti che possano far passare del tutto il sonno. Evitare anche smartphone e televisori: la luce interferirà con la capacità di dormire. Anche dopo essersi svegliate per esigenze del bambino è difficile riaddormentarsi: bere dell’acqua o fare meditazione aiuta a riprendere sonno.

7. Cercare consigli dal proprio medico

Se per un lungo periodo non si riesce a dormire è meglio consultare un medico. Nonostante questo possa essere frustrante, capitano dei periodi in cui il sonno è meno perfetto. È comunque meglio avere una dormita di qualità che di quantità.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *