foto_leonardo

Leonardo significato e onomastico

Leonardo significato

Negli ultimi anni il nome Leonardo è sempre più amato dai genitori. Tantissime mamme e papà decidono di chiamare i loro piccoli così. Il nome è molto diffuso da sempre, ma negli ultimi anni sta raggiungendo l’apice della sua diffusione. Oltre ad essere molto bello, il nome ha anche un significato particolare e meraviglioso. Leonardo deriva da due parole longobarde, “leo” e “hard”. “Leo” vuol dire “leone” mentre “hard” significa “forte, coraggioso”. Il nome ha perciò il significato di “coraggioso come un leone”. Il nome ha acquisito tantissima notorietà grazie all’amatissimo attore Leonardo DiCaprio.

Leonardo

Il nome è nella classifica dei 20 nomi più utilizzati in Italia da oltre 10 anni. Nel 1999 il nome Leonardo è stato scelto per 2.899 neonati. Negli anni successivi la popolarità di questo nome è cresciuta sempre più. Già nel 2.000 il nome ha superato i 3.000 bambini soltanto in quell’anno. Nel 2006 il nome Leonardo è stato dato a più di 4.200 bambini.

Nel 2010 ha superato un nuovo traguardo: più di 5.000 bambini hanno avuto questo nome. Nel 2014 poi 6.000 neonati sono stati chiamati così. Nel 2015 anche è continuato il successo del nome Leonardo, tanto che in questo anno il nome si è posizionato in quinta posizione nella classifica dei nomi più utilizzati. In Italia più di 100.000 bambini e uomini si chiamano così.

leonardo significato

Leonardo onomastico

L’onomastico si festeggia generalmente il 6 novembre, giorno di San Leonardo di Noblac. L’abate francese visse a inizio 500. Per gran parte della sua vita San Leonardo visse da eremita. Leonardo nacque in Gallia da una famiglia ricca, ma decise di seguire le orme dell’arcivescovo che lo aveva battezzato.


Leggi anche: I nomi maschili più diffusi in Italia


Leonardo iniziò allora il suo periodo di eremitaggio. Durante la sua vita compì vari miracoli e aprì un oratorio in un pezzo di terra che gli era stato regalato dal re, in seguito che lui aiutò sua moglie, la regina Clotilde, a partorire, lenendo i suoi dolori.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *