foto_secondi_figli

I figli secondogeniti si ammalano di meno dei primogeniti

Figli secondogeniti più sani dei primogeniti

Il secondogenito ha minori possibilità di soffrire di asma, tonsillite e/o raffreddore; a dirlo sono i ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma (Svezia), che hanno preso in esame lo stato di salute di un campione composto da più di 300.000 bimbi. Di questi il 13% erano figli unici, il 43% primogeniti e il 44% aveva almeno un fratello maggiore.

L’esito è stato che i secondogeniti hanno un rischio ridotto di patologie respiratorie, al contrario dei figli unici, che come i primogeniti, hanno un uguale probabilità di ammalarsi. In primis, si fa riferimento a malattie polmonari croniche, diabete di tipo 1, iperattività e deficit dell’attenzione (Adhd).

Malattie dell’infanzia

Lo studio svedese ha, inoltre, confermato la presenza di un forte legame tra malattie dell’infanzia e familiarità. Gli studiosi, infatti, pensano che durante la gestazione i secondogeniti sono esposti maggiormente a batteri e virus già in utero, e quindi dopo la nascita si dimostrano più forti. Tuttavia anche i genitori giocano un ruolo fondamentale.

Le coppie che hanno già un figlio hanno anche un fattore protettivo in più; esso è dato da un atteggiamento meno ansioso, preoccupato e più esperto, rispetto a quello avuto col primogenito. Infatti i primi figli sono più protetti dalle infezioni, e mostrano un sistema immunitario più debole. Eppure lo stesso sistema immunitario non matura esponendo ripetutamente l’organismo a infezioni.

Perché alcuni bambini si ammalano più di altri?

Perché alcuni bambini si ammalano più di altri?

Alcuni piccoli sono più vulnerabili di altri, e questo è dato dalle alterazioni, anche minime, del sistema immunitario, dalla precocità con cui si vive in comunità, dalle alterazioni genetiche (immunità innata), anomalie anatomiche delle vie aree, e infine fattori ambientali forti. Ancora più a rischio sono i bimbi esposti a fumo passivo, non allattati al seno, non vaccinati e con molti fratelli/sorelle.


Leggi anche: I figli secondogeniti sono più ribelli dei primogeniti


Il ruolo della scuola

La scuola è fondamentale nel rischio di ammalarsi, specie rispetto al numero di bambini che frequentano la medesima classe; infatti, più bambini ci sono, più aumenta il tempo trascorso a contatto con fonti di contagio. Eppure queste sono tutte ipotesi, più o meno valutabili, ma il reale motivo del perché i secondogeniti corrano meno rischi di soffrire di asma, tonsillite e raffreddore non si sa.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *