mamma che piange

Cosparge la compagna incinta di benzina e le dà fuoco: non voleva il terzo figlio

Un bambino è una gioia immensa, un dono grandissimo, ma non per tutti. Ci sono persone che non si sentono pronte a fare i genitori e per questo motivo a volte decidono di andare via, mentre altre volte compiono dei gesti orribili. Inizia così la storia di Andrea, una 30enne americana, di Maryland. Andrea aspettava un figlio ed era felice di tutto ciò. Ma il suo compagno no. E per questo motivo ha tentato di uccidere lei e la bambina che portava in grembo. L’uomo ha cosparso la sua fidanzata di benzina e le ha dato fuoco, sperando che morisse insieme a quella figlia che proprio non voleva.

“Non è pronto per fare il padre”: sarebbe questo il motivo che ha spinto l’uomo a compiere un gesto così brutale. Il compagno di Andrea quella bambina non la voleva perché non si sentiva pronto. E così invece di scappare via dalle sue responsabilità ha pensato di porre fine a tutto ciò. Per questo motivo ha cosparso il corpo della povera ragazza di benzina e le ha dato fuoco, sperando che morisse.

La bimba è nata con 7 settimane di anticipo

Nonostante la brutale aggressione, Andrea non è morta. Sul suo corpo ha riportato ustioni gravissime ma fortunatamente né lei né la bambina che portava in grembo hanno cessato di vivere. I medici però sono stati costretti a far nascere la piccola.

Così, dopo un parto dolorosissimo, Andrea ha messo al mondo la sua bimba, Journey Aleah. La piccola, pur essendo nata con 7 settimane di anticipo, è nata sana. Mamma e figlia sono adesso ricoverate in ospedale.

Andrea ha già due figli di 15 e 8 anni. Tra le fiamme la donna ha perso tutto ciò che aveva. Suo padre ha lanciato una petizione, cercando di raccogliere fondi che possano permette ad Andrea di avere le cure adatte e di ricominciare lentamente a vivere.

L’uomo ha inoltre spiegato che il compagno della figlia non voleva avere un bambino. Come puntualizzato però dal padre di Andrea, l’uomo avrebbe dovuto farsi da parte, senza fare del male alla ragazza e alla bambina che aveva in grembo.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *