foto_beta

Beta in gravidanza: i valori giusti

Beta in gravidanza

La beta HCG è per eccellenza quell’ormone in gravidanza che per primo indica la dolce attesa. Attraverso i suoi valori negli esami del sangue si può scoprire se la gestazione è iniziata e da quante settimane. Non è possibile sapere, invece, la data precisa del concepimento, ma soltanto un intervallo di tempo in cui è avvenuta la fecondazione.

Gonadotropina corionica

L’ormone hcg detto anche gonadotropina corionica, si forma già dieci giorni dopo in cui c’è stato il concepimento. Ha come scopo quello di formare la placenta, che servirà a nutrire il bambino e di produrre alte quantità di progesterone.

Il progesterone a cosa serve? È un altro importante ormone che favorisce l’impianto dell’ovulo fecondato, protegge l’embrione e contribuisce alla sua crescita.

Beta hcg

La beta in gravidanza indica come procede la gestazione, aumenta fino al terzo mese per poi diminuire leggermente e restare stabile fino al parto. L’andamento della beta hcg si può osservare attraverso gli esami del sangue in gravidanza. Se tutto procede nel migliore dei modi l’hcg avrà valori che si raddoppiano ogni 2/3 giorni.

Valori beta hcg

I valori della beta in gravidanza tendono a crescere nelle prime settimane, se avviene il contrario, cioè se scendono lentamente, la causa è da ricercarsi in un aborto spontaneo o volontario o nella presenza di una gravidanza extraeuterina. Invece, se si hanno beta basse spesso è perchè i conti del concepimento sono errati e la gravidanza è iniziata da meno tempo da quello che si pensava. Se si hanno le beta hcg alte potrebbero indicare l’arrivo di gemelli, che solo un’ecografia può confermare.

beta in gravidanza

Beta hcg valori

Per scoprire di essere incinta ci si affida all’esame della pipì che può rivelare la beta nei test di gravidanza. Infatti, quando è positivo significa che c’è in circolo quest’ormone, ma per esserne sicure è bene verificarne la presenza nei valori del sangue richiedendo un esame beta hcg.

Valori beta

Il laboratorio, dove vengono effettuate le analisi del sangue in gravidanza, fornisce, di solito, una tabella valori della beta che può aiutare a comprendere a che settimana di gravidanza si è e quali sono, in generale, i punti di riferimento per capire se tutto procede bene.

Eccone un esempio:

1-2 settimane: 40-300 mUI/ml
3-4 settimane: 500 – 6000 mUI/ml
1-2 mesi: 5000 – 200000 mUI/ml
2-3 mesi: 10000 – 100000 mUI/ml
2° trimestre: 3000 – 50000 mUI/ml
3° trimestre: 1000 – 50000 mUI/ml

Laureata in Scienze della comunicazione lavoro da anni nella realizzazione di contenuti per il web per condividere esperienze e conoscenze. Scrivere per Passione mamma è un modo per trovare le soluzioni alle mie domande da genitore e per aiutare altre donne ad affrontare la maternità senza stress, ansie e timori, ma con gioia e serenità. Email: i.aurino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *