assegni familiari

Assegni familiari quanto spetta ad ogni figlio

Assegni familiari quanto spetta ad ogni figlio?

Sempre più spesso, specie negli ultimi tempi, sentiamo parlare di assegni familiari e assegni figli a carico. Questi sono solo alcuni dei bonus messi a disposizione dal Governo per l’aiuto e il sostentamento economico di famiglie particolarmente numerose, di neo-mamme o di donne disoccupate. Ma riguardo gli assegni familiari, quanto spetta ad ogni figlio?

Assegni familiari

Gli assegni familiari sono compresi in tutte quelle prestazioni a sostegno del reddito, secondo i requisiti previsti dalla legge. Gli assegni familiari non vengono erogati automaticamente, quindi è importante sapere come e quando richiederli. Ma cosa sono gli assegni familiari?

Anf

L’assegno al nucleo familiare (ANF) è un sostegno economico per le famiglie dei lavoratori dipendenti o dei pensionati da lavoro dipendente. I nuclei familiari devono essere composti da più persone e il reddito complessivo deve essere inferiore a quello determinato ogni anno dalla legge per potere usufruire dell’Anf, cioè degli assegni familiari.

assegni familiari quanto spetta a ogni figlio

Tabella assegni familiari

Per facilitare il calcolo e sapere se si ha diritto o no agli assegni familiari, l’INPS ha pubblicato le nuove tabelle per la corresponsione dell’ANF da valere per il periodo dal 1° luglio 2017 al 30 giugno 2018. La tabella assegni familiari è la stessa del 2016/2017 in quanto non c’è stata alcuna variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati, relativo all’anno precedente.

Calcolatore Naspi

La NASpI è la nuova assicurazione sociale per l’impiego entrata in vigore a partire dal 1° maggio 2015, e fa parte dei nuovi strumenti introdotti dalla Riforma del Mercato del Lavoro, il cosiddetto Jobs Act. La NASpI ha sostituito la Aspi e la Mini-Aspi. Esiste uno strumento che permetterà di calcolare la propria NASpI, il cosiddetto calcolatore Naspi. Basta inserire i mesi di lavoro, lo stipendio lordo mensile e le settimane effettive di lavoro. Il calcolatore Naspi provvede poi a calcolare l’ammontare della propria assicurazione sociale.

Assegno familiare

L’assegno familiare spetta al componente del nucleo familiare, che può essere composto da:

– il richiedente lavoratore o il titolare della pensione;

– il coniuge che non sia legalmente ed effettivamente separato, anche se non convivente, o che non abbia abbandonato la famiglia. Gli stranieri residenti in Italia, poligami nel loro paese, possono includere nel proprio nucleo familiare solo la prima moglie, se residente in Italia;

– i figli ed equiparati di età inferiore a 18 anni, conviventi o meno;

– i figli ed equiparati maggiorenni inabili, purché non coniugati, previa autorizzazione;

– i figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni e inferiore ai 21 anni, purché facenti parte di “nuclei numerosi”, cioè nuclei familiari con almeno quattro figli tutti di età inferiore ai 26 anni, previa autorizzazione;

– i fratelli, le sorelle del richiedente e i nipoti (collaterali o in linea retta non a carico dell’ascendente), minori o maggiorenni inabili, solo se sono orfani di entrambi i genitori, non hanno conseguito il diritto alla pensione ai superstiti e non sono coniugati, previa autorizzazione;

– i nipoti in linea retta di età inferiore a 18 anni e viventi a carico dell’ascendente, previa autorizzazione.

assegni familiari

Calcolatore assegni familiari

Su Internet esistono anche dei siti che mettono a disposizione il calcolatore assegni familiari. Bisogna inserire alcuni dati: presenza di componenti inabili in famiglia, numero di figli minorenni, numero figli tra i 18 e 21 anni studenti o apprendisti, numero di figli tra i 22 e 26 anni, presenza di altri familiari (fratelli, sorelle o nipoti minori di 18 anni o maggiorenni inabili).

Poi, il calcolatore assegni familiari richiede l’inserimento del reddito da lavoro dipendente ed assimilati assoggettabile ad IRPEF e di eventuali altri redditi.

anf

Assegno nucleo familiare

Come fare domanda per l’assegno nucleo familiare? Basta seguire delle normali procedure. Se il richiedente svolge attività lavorativa dipendente, la domanda va presentata al proprio datore di lavoro utilizzando il modello ANF/DIP (SR16). In tal caso, il datore di lavoro deve corrispondere l’assegno per il periodo di lavoro prestato alle proprie dipendenze, anche se la richiesta è stata inoltrata dopo la risoluzione del rapporto, nel termine di prescrizione di cinque anni.

Nei casi di inclusione di componenti nel nucleo familiare (es. genitori separati, componenti maggiorenni inabili, etc.) o ai fini dell’aumento dei limiti reddituali (es. componente minorenne inabile) è necessario allegare al Mod. ANF/DIP l’Autorizzazione ANF precedentemente richiesta all’INPS.


Leggi anche: Assegni familiari dopo quanto tempo arrivano


Se il richiedente è addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore iscritto alla gestione separata o ha diritto all’assegno nucleo familiare come beneficiario di altre prestazioni previdenziali, la domanda va presentata online all’INPS attraverso il servizio dedicato.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *