foto_ansia_bambini

Ansia nei bambini: cause, conseguenze e rimedi

Ansia nei bambini

Tutti i bambini provano preoccupazioni e paure legate alla propria età. È perfettamente normale! Qualche volta, però, queste paure diventano eccessive e fuori luogo. Da qui nasce l’ansia: ma come curarla? E come capire se davvero si tratta di ansia?

Ansia sintomi

L’ansia è una delle patologie più diagnosticate nell’età evolutiva; gli stati d’ansia sono comportamenti adattivi se sono generati da un pericolo reale. Quando invece il bambino ha paura di qualcosa d’innocuo (la verifica in classe, i folletti sotto il letto, e cosi via) si può parlare di crisi d’ansia.

Attacchi d’ansia

Quando la tensione e la paura raggiungono dei picchi, si hanno degli attacchi d’ansia. Essi provocano sintomi fisiologici che tengono il bambino iper vigile e impaurito.

Ansia sintomi fisici

Sono quelli legati al sistema nervoso del bambino. Comprendono il battito accelerato; il fiato corto, la sudorazione eccessiva, i tremori, mal di pancia e nausea da ansia.

Ansia e nausea sono collegate perché il bambino riversa sul corpo quello che lo spaventa. I sintomi psicologici: sono legati al fatto che il cervello non pensa più lucidamente! È vero che l’ansia serve a proteggerci dai pericoli tenendoci in allerta, ma spesso le paure dei bambini sono irrazionali. A volte hanno addirittura paura di tutto e in questo caso si parla quindi di ansia generalizzata.

Insomma, a seconda dell’età, si strutturano diverse modalità di sintomi di ansia. Per i bambini in età prescolare è frequente, per esempio, la paura di dormire. L’ansia notturna può essere dovuta alla paura dei buio, alla di perdita di controllo e all’ansia d’abbandono nei bambini. Può provocare anche degli attacchi di panico nel sonno, con risvegli frequenti, incubi e crisi di ansia.

ansia nei bambini

Come sconfiggere l’ansia

Avere paura di tutto è una delle esperienze più devastanti per un bambino. Egli è portato ad esplorare il mondo circostante con l’allegria della sua età. I genitori si domandano spesso come affrontare la paura. In genere domandano al proprio medico come si cura l’ansia. In realtà il come superare le paure è facile e può essere insegnato ai bambini; è prendere la vita così come viene.


Leggi anche: Come affrontare l’ansia da separazione nei bambini


Ecco dei semplici consigli per far diminuire i sintomi di ansia nei bambini

1. Imparare a respirare: l’ ansia è una questione di respiro. Fai immaginare al tuo bambino di dover gonfiare un
palloncino nella sua pancia. Inspirando dal naso, trattenendo il respiro per qualche secondo e buttare fuori l’aria dalla bocca, lo aiuterà a regolare l’agitazione. È raccomandabile anche svolgere esercizio fisico, uno sport di squadra che gli consente di imparare a riconoscere i segnali del corpo. Oggi sta avendo numerosi riscontri anche la meditazione mindfulness per bambini.

2. Esprimere le proprie emozioni: l’ansia fa rimuginare il bambino sulle solite idee? Stagli vicino e aiutalo a tirare fuori le sue preoccupazioni, sarà utile. Se il bambino è in grado di scrivere, fagli prendere un foglio di carta e spingilo a scrivere cosa prova. Va bene anche un disegno che indicherà, simbolicamente, le sue paure. Rileggete insieme il suo elaborato. Vedere in concreto le proprie paure servirà a ridimensionarle.

3. Chiedere aiuto: nel caso in qui la situazione degeneri in veri e propri attacchi di panico è consigliabile rivolgersi ad uno specialista (pediatra, psicologo) dell’età evolutiva.

Sono una psicologa e psicoterapeuta. Mi occupo principalmente di prima infanzia e sostegno alla genitorialità. Da sempre amo la scrittura e unirla alla passione per il mondo dei bambini mi incuriosisce! Il mio obiettivo è quello di diffondere informazioni, notizie e buone prassi psico-educative per le neo mamme e i loro pargoletti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *