foto_uova

Uova contaminate dal Fipronil: com’è la situazione in Italia

La situazione delle uova contaminate in Italia continua a far discutere. L’annuncio della presenza di uova provenienti dall’Olanda anche in Italia era arrivata dalla Commissione Europea. Mentre inizialmente il Ministero della Salute aveva rassicurato dicendo che le uova erano arrivate ma non erano state messe in commercio, negli ultimi giorni si sta assistendo ad un rovesciamento della situazione. Infatti in varie regioni sono stati trovati campioni positivi di uova contaminate dall’insetticida Fipronil. Vediamo meglio quali.

Qualche giorno fa erano stati trovati campioni di uova contaminate nel Lazio, nelle Marche e in Campania. Più precisamente le uova contaminate erano state trovate a Roma e Viterbo, ad Ancona e a Benevento. 4 dei 151 campioni esaminati erano risultati contaminati dal Fipronil.

Le uova sarebbero dovute essere utilizzate da alcune aziende produttrici di pasta all’uovo in provincia di Roma e Ancona. Anche a Milano nei giorni scorsi sono state trovate tracce di uova contaminate in un’azienda produttrice di omelette. Le omelette in questione sono state vendute: l’Ats della città di Milano sta provvedendo ad informare i consumatori per far sì che i lotti in questione vengano restituiti.

Trovato un nuovo lotto contaminato nelle Marche

Oggi anche altri campioni sono risultati positivi al Fipronil, sempre nelle Marche. Questa volta le uova sono state trovate in un impianto di produzione di pasta fresca a Civitanova Marche, in provincia di Macerata. A scoprirlo è stato Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Umbria e delle Marche.

“Le attività svolte hanno messo in evidenza che le uova provengono da un centro di imballaggio con annesso allevamento di Castelfidardo. Avendo ricevuto uova dalla azienda di Ostra Vetere (la prima in cui erano state trovate uova contaminate), il centro aveva già provveduto volontariamente sia al blocco della commercializzazione delle uova in deposito, che al ritiro di quelle già pronte per la vendita” ha spiegato la Regione Marche ai consumatori.

Continuano intanto le verifiche da parte delle regioni per trovare altri eventuali campioni positivi al Fipronil.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *