foto_peridurale

Differenza tra epidurale e spinale

Differenza tra epidurale e spinale

Sia la spinale che l’epidurale sono due metodiche usate contro il dolore, ciò consente alla donna di soffrire meno e partecipare attivamente al parto; è pur vero che, tra tutti i tipi di anestesia, l’anestesia spinale, in quanto tale, è più usata nel taglio cesareo. La partonalgesia, praticata invece in travaglio, può essere convertita in caso di intervento, cambiando le dosi e i farmaci somministrati.

La differenza tra le due, entrambe pratiche locali, dipende dallo spazio in cui viene inserito l’ago; l’ago spinale penetra direttamente nel midollo spinale, esattamente nello spazio subaracnoideo. Al contrario dell’anestesia lombare spinale, la puntura epidurale (sempre lombare) viene eseguita nello spazio peridurale, situato tra la superficie esterna della dura madre e il midollo.

Anestesia spinale

Durante l’anestesia subaracnoidea (ovvero la spinale) viene iniettata un’unica dose di farmaco, in profondità, per cui si usa una quantità minore di anestetico in una zona molto sensibile. L’anestesia spinale fa male? Come tutte le pratiche invasive, anche l’anestesia spinale ha effetti collaterali; tra questi si ricorda la cefalea, il dolore nel sito di iniezione, nausea e vomito, e molto raramente prurito alla schiena.

L’anestesia spinale ha rischi, molto simili a quelli della peridurale, ma nonostante tutto nel pesare rischi e benefici, è sicuramente meglio eseguirla. L’anestesia spinale è dolorosa? Tecnicamente no, visto che prima di inserire l’ago viene praticato un altro anestetico locale che “addormenta” la sensazione di dolore e il senso di spinta che si ha durante l’esecuzione della pratica.

Anestesia peridurale

Anestesia peridurale

Piuttosto che anestesia peridurale è più corretto dire analgesia peridurale. Infatti la peridurale riduce progressivamente e sensibilmente la sensazione dolorosa delle contrazioni, ma la donna è cosciente, avverte la contrazione come un’indurimento, ha percezione termica e muove le gambe. Al contrario il concetto di anestesia, anche spinale, comprende un annullamento della sensibilità termica e tattile, e la capacità motoria di una zona o di tutto l’organismo.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *