foto_prima_cacca_neonato

Dalla cacca del neonato dipende il suo sviluppo cognitivo: lo dice la scienza

La cacca del neonato serve per capire il suo sviluppo cognitivo

Dalle feci dei bambini si possono capire molte cose, come le malattie o la presenza di allergie varie, ma non solo. Sembra impossibile, ma secondo la scienza dalla cacca del neonato si può comprendere anche il suo sviluppo cognitivo. A dimostrare la correlazione tra la cacca e lo sviluppo del cervello del bambino è stato un incredibile studio che arriva dagli Stati Uniti. La ricerca è stata condotta dall’Università della North Carolina. Lo studio è stato guidato da una professoressa di psichiatria, Rebecca Knickmeyer. Secondo questa ricerca dalla presenza di alcuni batteri nella cacca dei neonati si potrebbe capire come sta procedendo lo sviluppo cognitivo del bimbo. Infatti la presenza di alcuni batteri nelle feci dei bambini sarebbe sintomo di un corretto sviluppo cognitivo. I batteri presenti nella cacca dei bambini mostrerebbe quindi non solamente la salute fisica del neonato, ma anche quella mentale.

Leggi anche: Cacca del neonato: come cambia dalla nascita all’allattamento

Cacca del neonato e sviluppo cognitivo: lo studio

I ricercatori hanno analizzato dei campioni di feci di alcuni bambini di un anno. I bambini studiati sono stati 89 e sono stati divisi in 3 gruppi. I gruppi sono stati formati in base alle caratteristiche e alla somiglianza dei microbi presenti nelle feci. Un anno dopo aver prelevato le feci, i bambini sono stati sottoposti a dei test cognitivi. I test sull’apprendimento precoce prevedevano abilità motorie, capacità percettive e sviluppo del linguaggio.

Ne è emerso che il gruppo che ha avuto risultati migliori nei test cognitivi era lo stesso gruppo che aveva un’altissima presenza di batteri Bacteroides. I ricercatori hanno inoltre osservato che i bambini con batteri molto diversi non avevano le stesse prestazioni dei bambini con batteri perlopiù uguali tra loro. Alcuni gruppi batterici sono quindi collegati con lo sviluppo cognitivo. I microbi hanno funzioni importanti nell’organismo: determinano la capacità di metabolizzare cibi, possono essere legati a malattie intestinali ecc.

cacca bambino

Leggi anche: Quanta cacca deve fare un neonato

Ottimizzare lo sviluppo cognitivo e ridurre il rischio di disturbi

I ricercatori hanno cercato di comprendere la correlazione tra i microbi dell’intestino e lo sviluppo cerebrale e l’hanno trovato, anche se ancora devono comprendere il corretto funzionamento.

La dottoressa coordinatrice dello studio ha spiegato che:

I risultati dello studio suggeriscono che si potrebbe guidare lo sviluppo del microbioma (comunità di microbi) per ottimizzare lo sviluppo cognitivo o ridurre il rischio di disturbi come l’autismo, che può includere anche problemi di apprendimento e linguaggio.

Gli studiosi devono ancora capire come ottimizzare questo sviluppo.

cacca neonato

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *