foto_birra

Birra in allattamento: si può bere?

Birra in allattamento

La fase dell’allattamento è molto delicata, le difficoltà non mancano e bisogna avere pazienza senza scoraggiarsi. Non è vero che alcune donne non hanno il latte è soltanto che è necessario che il bambino si impegni nella suzione per aumentarne la produzione. Alcune si chiedono cosa mangiare durante l’allattamento e se l’alcol o la birra fa male al piccolo, ecco alcune indicazioni.

Per migliorare l’allattamento al seno cosa mangiare? Non esistono cibi miracolosi in grado di far uscire più latte dalle mammelle, ma serve, come in gravidanza, un’attenzione particolare a quello che si cucina. Bisogna, come sempre, inserire nella propria dieta quotidiana frutta e verdura, poi, pasta, pane, carne e pesce in dosi normali, anche in questo periodo non bisogna mangiare per due, ma nutrirsi bene.

Cosa non mangiare quando si allatta? Buste di patatine, merendine e anche molti dolci sono da evitare non solo per ottenere un dimagrimento in allattamento, ma proprio per escludere la possibilità di dare al piccolo alimenti di bassa qualità che non gli offrono il giusto nutrimento.

Inoltre, bisogna solo verificare se un determinato alimento provoca allergia o fastidi al bambino. Di solito è bene mangiare le stesse cose assunte durante la gravidanza, che il piccolo già ha imparato ad assimilare.

birra in gravidanza

Alcolici in allattamento

Il binomio tra alcool e allattamento è molto dannoso, soprattutto se si abusa di bevande di questo tipo o di superalcolici. Infatti, possono arrivare al bambino attraverso il latte, il neonato ha un tempo di smaltimento alcol più lungo rispetto alla mamma e potrebbe avere delle difficoltà al fegato o al sistema nervoso.

Queste situazioni si presentano quando c’è un abuso, ma bere del vino in allattamento o un bicchiere di birra una volta ogni tanto occasionalmente non compromettono la salute nè della mamma nè del bambino. Per stare più tranquille si può attendere qualche ora prima di nutrire il proprio figlio per consentire al corpo di smaltire l’alcol.

La birra non fa male se gustata una volta a settimana, quando si esce o si è in compagnia di amici, però non deve esserre considerata fondamentale per l’allattamento. La convinzione che il malto possa stimolare la prolattina e far uscire più latte non è mai stata confermata, il liquido fuoriesce e aumenta solo se il piccolo si nutre costantemente dal seno materno.

Laureata in Scienze della comunicazione lavoro da anni nella realizzazione di contenuti per il web per condividere esperienze e conoscenze. Scrivere per Passione mamma è un modo per trovare le soluzioni alle mie domande da genitore e per aiutare altre donne ad affrontare la maternità senza stress, ansie e timori, ma con gioia e serenità. Email: i.aurino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *