foto_depressione

Bimba di 18 mesi investita per sbaglio dalla madre

Bimba di 18 mesi investita per sbaglio dalla madre durante una manovra

Tragedia sfiorata in Campania, a Benevento. Una mamma di trent’anni ha rischiato di uccidere la figlia di 18 mesi mentre usciva con l’auto dal garage. La donna ha però investito brutalmente la piccola che ora è ricoverata in ospedale in condizioni gravissime.

Secondo quanto riportato da Anteprima 24, la donna stava azionando l’aria condizionata nella macchina ancora parcheggiata in garage. Per sbaglio il piede le è scivolato sulla frizione e a quel punto la vettura ha fatto un balzo in avanti schiacciando la bambina contro il muro di fronte.

La piccola, prima dell’incidente, stava tranquillamente giocando con una cugina proprio davanti la macchina.

Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasportato la bambina nell’ospedale della città. Ma una volta appurato che la situazione era piuttosto grave hanno preferito trasportare la paziente a Napoli, in elicottero. All’Ospedale Santobono la bimba è stata operata per ridurre un’emorragia cerebrale, procurata proprio dallo schiacciamento contro la vettura.

Nonostante l’intervento chirurgico, le condizioni della neonata restano gravissime. Sul caso indaga la polizia, che ha subito interrogato la madre su quanto accaduto.

Investire i figli con l’auto: i precedenti

Non è la prima volta che le cronache nazionali raccontano di incidenti di questo tipo. Qualche mese fa nel viterbese un papà di 36 anni ha investito per sbaglio il figlio di un anno e mezzo. Il piccolo Diego è spuntato in giardino mentre il genitore stava facendo retromarcia ed è morto sul colpo.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *