Cosa sente il bambino durante la gravidanza e il parto.

Cosa sente il bambino durante la gravidanza e il parto

Il feto nella pancia

Il feto sente qualcosa nella pancia? Questa è una delle domande più ricorrenti che ogni donna si pone quando porta in grembo una creatura. Sappiate, innanzitutto, che durante la gravidanza ed il parto il bambino è in grado di sentire ogni cosa, interagendo con noi e con l’ambiente circostante. Infatti già a partire dalle prime settimane di gestazione iniziano a svilupparsi i diversi sensi: tatto, gusto, olfatto, udito e vista:vediamo come.

L’utero

L’utero è un luogo completamente adatto ai bisogni del bambino: la vita del nascituro è protetta e libera, l’ambiente è caldo, accogliente e sicuro. Fame, sete e sonno vengono soddisfatti naturalmente senza che ci sia la necessità di una richiesta. Nell’utero, quindi, il bambino crea un legame con la madre che gli dà sicurezza, e la sofferenza è del tutto inesistente.

Leggi anche: Gravidanza, 5 cose da fare per entrare in contatto con il bambino nella pancia

foto_feto

Il feto nella pancia

Il primo dei sensi che il feto sviluppa nel grembo materno è il tatto. Il nascituro comincia a presentare i recettori responsabili delle sensazioni tattili, prima in volto, poi sulle mani ed infine sui piedi a partire dalla ventottesima settimana. Dalla trentesima settimana, invece, il bebè in grembo comincia ad avvertire gli stimoli dolorosi o piacevoli perché in questo momento iniziano a maturare gli incitamenti celebrali. Sempre intorno alla trentesima settimana il feto inizia a sentire le voci di mamma e papà. Tra l’ottava e la nona settimana si cominciano a formare le pupille gustative ed i recettori dell’olfatto.

Leggi anche: Quando il feto riconosce il papà nella pancia

I suoni percepiti dal feto VIDEO

È interessante ascoltare la simulazione dei suoni percepiti dal feto nella pancia:

Il parto

Al termine della gravidanza, come la madre avverte un senso di irrequietezza, di saturazione e di stanchezza, così anche il bambino inizia a sentirsi stretto in questo spazio che diventa sempre più angusto. La natura fa sì che queste sensazioni rendano la separazione tra madre e figlio più accettabile e spontanea. Durante il parto madre e feto lavorano insieme, durante le pause fra una contrazione e l’altra si riposano e tutto è scandito dalla lentezza del travaglio che è protettiva per entrambi.

foto_gravidanza_feto

Leggi anche: Perché il bambino nella pancia si muove di più la notte durante la gravidanza

Come si sente il bambino dopo il parto

Dopo il parto, il bambino ha bisogno di essere accolto, protetto, circondato di cure ed amore perché si deve ricostruire la sicurezza di cui ha usufruito durante la vita in utero. Ecco perché continuerà a cercare questo stato di benessere e di piacere anche durante i primi mesi dal parto prima di iniziare ad allargare la sua esperienza avvicinandosi a mano a mano che cresce ad una visione sempre più ampia della vita.

foto_cesareo_parto

Curiosa, romantica sognatrice e Ostetrica. Sono Laureata presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e ho conseguito un master post laurea presso l'Università di Firenze. Penso che la donna sia un universo meraviglioso dotato di innumerevoli capacità, una creatura straordinaria insomma! Sono innamorata della mia professione e cerco di trasmettere la mia passione in ogni cosa che faccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *