FOTO_FUMO_PASSIVO_IN_GRAVIDANZA

Quante sigarette si possono fumare in gravidanza

Quante sigarette si possono fumare in gravidanza?

Si può fumare in gravidanza? Assolutamente no! Il fumo in gravidanza può creare numerosi e seri pericoli! Scopriamo insieme quali sono i rischi di questa cattiva abitudine che, almeno durante i nove mesi della dolce attesa, dovrebbe essere accantonata.

Sigarette leggere

Sigarette che fanno meno male rispetto ad altre non esistono. Vi sono sigarette leggerissime ma questo non esclude la pericolosità del fumare. Il fumo soprattutto in gravidanza fa male sia alla mamma che al bambino. È per questo che bisogna immediatamente smettere. Un atteggiamento responsabile dovrebbe portare le donne che fumano ad astenersi completamente da questa pratica addirittura prima di pianificare la gravidanza.

Fumare in gravidanza

Fumo e gravidanza sono incompatibili. Le donne fumatrici farebbero bene ad evitare di fumare le sigarette se sono in procinto di rimanere incinte. Il fumo di sigaretta è nocivo e giunge immediatamente al feto compromettendo il suo naturale sviluppo. Infatti, il fumo blocca la crescita del bambino. Le fumatrici più incallite dovrebbero aver ben presente che fumare fa male.

È del tutto sbagliato considerare che in gravidanza si possa fumare senza aspirare la sigaretta oppure che fumare una sigaretta soltanto al giorno non sia rischioso. Dunque alla domanda “quante sigarette si possono fumare in gravidanza?” La risposta è del tutto scontata. La donna che fuma e che dice “non riesco a smettere di fumare” probabilmente non conosce abbastanza bene i pericoli del fumare durante la gravidanza oppure li sottovaluta.

Non è il quantitativo di sigarette ad incidere sulla salute di mamma e bambino perchè fumare una sigaretta oppure fumare 5 sigarette al giorno è comunque nocivo. Inoltre, più si fuma da tanto tempo e più è difficile ripulire i polmoni dal fumo. Iniziare a fumare a 14 anni è troppo precoce. I polmoni di un fumatore dopo 10 anni sono nettamente diversi da chi non ha mai fumato. Inoltre smettere di fumare apporta evidenti benefici all’organismo per cui vale la pena almeno tentare.

quante_sigarette_si_possono_fumare_in_gravidanza

Come smettere di fumare in gravidanza. Motivazioni valide ve ne sono per interrompere questo circolo vizioso e smettere di fumare. Prima fra tutte la salute del bambino. Chi fuma mette a rischio il suo bambino per cui la forza di riuscire in questa impresa così ardua è dettata principalmente dall’amore che si prova per la creatura che si metteà al mondo. Fumare blocca la crescita del feto e comporta numerose altre problematiche alla gravidanza.

Se si sente dire che fumare poco fa bene è una grande bufala. Allora per iniziare a smettere si possono adottare diverse strategie e puntare su quella più idonea:

  1. considerare che il fumo non fa bene al bambino è la più importante;
  2. avere degli obiettivi giornalieri aiuta a distrarsi dal pensiero di accendersi una sigaretta;
  3. fare regolare attività fisica.

Sigarette la mattina

Questi sono solo piccoli esempi per tentare di astenersi dal fumo. Fumare poco o fumare tanto non fa differenza in gravidanza. Per chi ha il vizio di fumare una sigaretta alla mattina anche solo una sigaretta al giorno dovrà interrompere questa consuetudine. In gravidanza non vi sono indicazioni riguardo quante sigarette si possono fumare al giorno. Il fumo di 2 sigarette al giorno o di 5 sigarette al giorno in gravidanza non è importante perchè ad ogni modo influiranno sul bambino in grembo.

Fumo in gravidanza

Quante volte lo avremo sentito dire che il fumo fa male? Talmente tante che ora si tendono a sottovalutarne i rischi ed i pericoli connessi al fumo di sigarette. Eh già perchè è avvenuta una sorta di assuefazione nei confronti degli slogan della salute che ci mettono in guardia dal fumo di sigaretta. Eppure, i danni che il fumo produce non sono lievi. Il fumo in gravidanza è bandito alla stessa stregua dell’alcol.

Fumare poco o mettersi alla ricerca di sigarette che fanno meno male come le sigarette elettroniche in gravidanza non è la strada giusta per smettere di fumare.

Fumo e allattamento. Fumare durante l’allattamento è altrettanto considerato dannoso perché attraverso il latte le particelle di nicotina giungono al bambino compromettendo la sua salute.

Inoltre non si possono nemmeno trascurare gli effetti prodotti dal fumo passivo. Chi aspetta un bambino non deve aspirare il fumo indirettamente. I rischi che si corrono possono essere gli stessi di quelli prodotti dal fumare sigarette.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *