foto_allattamento_seno

Allatta figlio in bar ma il proprietario l’allontana: scoppia la rissa

Stava allattando al seno suo figlio, poi il putiferio: due persone rimangono ferite, un agente della Polizia penitenziaria finisce in ospedale. Il fatto è accaduto a Spini di Gardolo, il più importante polo artigianale ed industriale in provincia di Trento.

Allatta in un bar, invitata ad uscire dal locale

Una donna di origine nigeriana, verso le 12 di ieri, si trovava in un bar tabaccheria del paese. Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti – riportate da Ildolomiti.it – il comportamento della giovane mamma è stato ritenuto ‘inadeguato‘ al luogo dalla proprietaria del locale, che pertanto l’ha invitata ad uscire.

Il marito della donna non ci sta: scoppia la rissa

Onde evitare ulteriori discussioni, la donna è uscita dal bar ed è tornata dal marito, che la attendeva in macchina. Spiegatogli l’accaduto, l’uomo, visibilmente nervoso, avrebbe iniziato ad inveire contro la padrona del locale. In difesa di quest’ultima è intervenuto un agente di polizia penitenziaria fuori servizio che al momento si trovava sul posto.

Agente di polizia rimane ferito: aggressore arrestato

L’agente ha cercato di calmare la situazione invitando l’uomo a calmarsi, ma a nulla è servito: è stato colpito da un pugno al volto dal marito della donna coinvolta. Il poliziotto, ripresosi immediatamente, ha cosi immobilizzato l’aggressore fino a quando è intervenuta la Polizia di Stato che lo ha arrestato. L’agente della penitenziaria è stato poi portato al pronto soccorso dell’Ospedale Santa Chiara, dove gli è stata data una prognosi di sette giorni. A rimanere ferito anche un altro cliente del bar tabaccheria.

Non è il primo caso

Il comandante della Polizia, Daniele Cutugno, ha fatto sapere che “l’agente ha agito in maniera giusta a servizio dei cittadini non sottraendosi dall’intervenire“. Non è il primo caso in cui l’allattamento in un locale pubblico viene contestato. A dicembre a Bologna la giovane Chiara fu cacciata da una mostra nella Cappella Farnese – guarda caso dedicata ai diritti delle donne – perché le fu impedito di allattare.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *