foto_morbillo

Morbillo sintomi: come riconoscerli nei bambini

Morbillo sintomi

Il morbillo tra bambini è una malattia che si diffonde rapidamente, è facile contagiarsi soprattutto quando si gioca insieme o si condividono alcuni oggetti. I sintomi del morbillo si manifestano a partire dalle macchie di koplik, ovvero delle macchie rosse con puntini blu o bianchi che appaiono in bocca dopo qualche giorno dal contagio.

Morbillo

L’eruzione del morbillo si può notare dopo un periodo di incubazione che dura circa 13 giorni. Si trasmette per via aerea attraverso delle gocce di saliva o di muco nasale. Inizialmente i sintomi sembrano quelli di un comune raffreddore con il naso che cola, la tosse, la sensibilità alla luce. Successivamente si possono presentare febbre alta anche a 40°, occhi rossi e gli esantemi sulla pelle a partire dalla testa e poi per tutto il corpo.

Quanto dura la febbre? La febbre, in questo caso, può durare dai 4 ai 7 giorni e può essere alleviata con del paracetamolo, mentre per gli altri sintomi non sempre vengono dati medicinali specifici, la malattia va tenuta, però, sotto controllo dal pediatra. La sua durata è meno di due settimane e si resta immuni per tutta la vita.

Morbillo foto

Per il morbillo le immagini sono molto chiare, si vedono subito le macchie rosa dalla forma tondeggiante che ricoprono tutto il corpo. Anche se qualcuno può confonderlo con varicella sintomi iniziali, si differenzia da questa perchè non è pruriginosa e non si creano croste.

Anche le immagini della scarlattina mostrano un’enorme differenza tra le due malattie, in quanto le macchie di quest’ultima sono molto più rosse. Solo le foto della sesta malattia possono trarre in inganno e si confondono con il morbillo, ma le bolle durano pochi giorni e poi spariscono.

morbillo sintomi

Vaccino morbillo

L’unica precauzione contro il morbillo è il vaccino. Questo viene effettuato tra i 12 e i 15 mesi di vita del bambino con un richiamo tra i 4 e i 5 anni. Prima di un anno non viene somministrato, tranne in condizioni necessarie, perchè i piccoli hanno l’immunità della mamma. Questo tipo di vaccino rientra tra quelli consigliati insieme alla parotite, la rosolia e la varicella, ma è importante farlo per evitare conseguenze.

Infatti, nei casi più gravi la malattia può portare a cecità, a encefalite, a broncopolmonite e a problemi neurologici. La puntura non è fastidiosa di per sè per i bambini ma potrebbe provocare un aumento della temperatura. Quanto dura la febbre da vaccino? Di solito una giornata, ma non è preoccupante.

Invece, non vaccinare i bimbi si rischia di prendere anche il morbillo da adulti e se da un lato, grazie all’immunità cellulo mediata, si può guarire in 10/15 giorni dall’altro, nelle situazioni più critiche, possono presentarsi dei problemi neurologici seri. Se appare il morbillo in gravidanza è bene sempre contattare il ginecologo, che può richiedere la somministrazione di immunoglobuline entro 72 ore dal contagio per evitare problemi alla mamma e al feto.

Malattia esantematica

Il morbillo rientra tra le malattie esantematiche, cioè quelle che si presentano con degli esantemi, ovvero delle eruzioni cutanee. Tra questi ci sono la rosolia, la scarlattina, la sesta e la quarta malattia. I sintomi sembrano gli stessi, ma le macchie si differenziano tra loro. Ci sono anche malattie esantematiche senza febbre come la quinta malattia e la varicella, che spesso non provoca il rialzo della temperatura, ma raramente la sesta malattia appare senza febbre.

Laureata in Scienze della comunicazione lavoro da anni nella realizzazione di contenuti per il web per condividere esperienze e conoscenze. Scrivere per Passione mamma è un modo per trovare le soluzioni alle mie domande da genitore e per aiutare altre donne ad affrontare la maternità senza stress, ansie e timori, ma con gioia e serenità. Email: i.aurino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *