foto_fratelli

L’ordine di nascita determina la personalità

Le caratteristiche dei figli dipende dall’ordine in cui nascono

Essere primi, secondi o terzi figli influenza la nostra personalità e il nostro modo di essere. Lo dicono alcuni psicologi, tra cui Kevin Leman, medico statunitense, che da 50 anni studia la relazione che c’è tra l’ordine in cui veniamo al mondo e la nostra personalità. Leman ha pubblicato un libro, disponibile soltanto in lingua inglese, intitolato “The Birth Order Book: Why You Are the Way You Are”, che vuol dire “Il libro dell’ordine di nascita: perché siamo come siamo”. Ecco le risposte del perché a volte tra fratelli si è completamente diversi, e perché non tutti i figli hanno lo stesso rapporto con i genitori.

Secondo la psicologia i genitori, riservano ai primogeniti maggiori attenzioni in quanto inesperti e timorosi di sbagliare. Gli stessi genitori hanno però un comportamento più severo nei confronti dei primi figli e questo potrebbe spingere i bambini verso la ricerca della perfezione, diventando così dei perfezionisti.

Con l’arrivo del secondo figlio tutto cambia, poiché i genitori hanno già esperienza e sanno come comportarsi. Diventano quindi nei confronti di quest’ultimo più permissivi e tendono a lasciargli più libertà e più spazi dato che tempo ed energie devono essere divise tra due figli. I secondogeniti cercano sempre l’approvazione altrui.

L’ordine delle nascite lascia trasparire alcuni lati della propria personalità

Il primo figlio è maturo e responsabile, riesce a porsi degli obiettivi e raggiungerli, è insomma una persona molto affidabile.

Il secondo figlio tende ad essere un ribelle, in quanto non si riconosce né nella personalità del fratello maggiore né in quella del fratello minore.

Il figlio minore adora essere al centro dell’attenzione, è molto concentrato su se stesso ed è uno spirito libero.

Il figlio unico risulta essere un persona matura e sa che le attenzioni dei suoi genitori saranno dedicate solo a lui, cerca quindi di raggiungere i suoi obiettivi per rendere orgogliosi madre e padre.

Avendo personalità così diverse tra loro, i fratelli avranno pure un modo di relazionarsi tra loro molto diverso e ciò pregiudicherà anche il loro rapporto con i genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *