foto_esame

Esame di Maturità: dal 2018 cambiano le regole

Cambiano le regole per le scuole superiori e soprattutto per quanto riguarda l’esame di maturità. La riforma Renzi/Giannini modifica consistentemente l’esame di Stato del quinto anno delle scuole superiori. Con la Buona Scuola ci sono nuove regole anche per quanto riguarda l’ammissione all’esame. Dal 2018 non servirà più, come prima, avere la sufficienza in tutte le materie. Basterà arrivare alla fine dell’anno con la media del 6 per essere ammessi all’esame di Stato. Tra tutti i voti sarà preso in considerazione anche quello di condotta.

Dal 2018 cambiano le regole

Per i licei bisognerà aver partecipato a 200 ore di lezione, mentre per i tecnici e professionali a 400 ore di alternanza scuola/lavoro. Gli studenti inoltre dovranno inoltre svolgere le prove invalsi che si fanno al quinto anno. L’esito non preclude l’ammissione: può quindi essere positivo o negativo. Le materie delle prove invalsi saranno italiano, matematica e inglese. Gli studenti per svolgere le prove invalsi dovranno aver frequentato almeno tre/quarti delle ore di lezione.

A cambiare sarà anche l’attribuzione dei crediti. Prima i crediti massimi erano 25, mentre dal 2018 saranno 40. Al terzo anno verranno attribuiti 12 punti, al quarto 13 e al quinto 15. I punti verranno attribuiti in base alla media finale. L’esame di Stato avrà un peso minore. I due scritti saranno da 20 punti ciascuno e l’orale anche avrà un’attribuzione di 20 punti. Precedentemente ad ogni prova d’esame erano attribuiti 15 punti, più 30 per la prova orale.

A cambiare sarà anche la struttura dell’esame: invece di tre prove ne saranno due. La prima, come sempre, di italiano, mentre la seconda sarà una materia di indirizzo. Non ci sarà più la terza prova.
L’attribuzione del 5 punti di bonus che prima poteva essere attribuita, su accordo della commissione, agli studenti che avessero ottenuto un punteggio di 70 tra scritto e orale, ora non è più così. I 5 punti possono essere attribuiti a chi avrà almeno 30 punti di credito e 50 punti tra le prove d’esame (scritti e orale).

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *