foto_post_parto_dolori

Cistite rimedi: naturali e non, come curare questo fastidio

Cistite rimedi

Innanzitutto è bene approfondire il concetto di cistiti. La cistite consiste fondamentalmente nell’infiammazione della vescica determinata generalmente dall’azione di agenti patogeni. I rimedi per la cistite dunque, sono legati ad un’attenta anamnesi e diagnosi, in maniera tale da poter intervenire in maniera mirata sul problema.

Cistite

La cistite è dunque un’infiammazione urinaria localizzata. È molto più comune nelle donne che negli uomini. Il motivo principale di questa predominanza femminile sta nella conformazione anatomica dell’uretra femminile. Essa mette in comunicazione la vescica con l’ambiente esterno, ed è dotata di sfinteri che impediscono la risalita dei batteri. L’uretra femminile però è molto più corta della maschile, e questa caratteristica fa la differenza .

Cistite uomo

La cistite negli uomini ha le medesime caratteristiche della cistite nelle donne. Essa è spesso causata da un’infezione batterica, ovvero da Escherichia coli nella gran parte dei casi. Determina una sintomatologia tipica, che va ulteriormente indagata con esami che prevedono la ricerca della flora batterica nelle urine. L’unica differenza, rispetto alla donna, è che può derivare da una prostatite batterica.

Cistite cause

La stragrande maggioranza di cistiti è determinata dalla presenza di specifici batteri. Generalmente tali batteri vengono trasmessi in vari modi. Ad esempio tramite rapporti sessuali, che facilitano la risalita di batteri a livello dell’uretra causando la cistite. La scarsa igiene intima, o scorretto utilizzo di detergenti può essere un’altra causa scatenante. Anche l’abbassamento delle difese immunitarie, in genere dovuto a stress ne è una possibile causa. Una dieta povera di liquidi o la scorretta abitudine di urinare poco predispongono certamente alla cistite.

cistite rimedi

Cistite info

Non tutte le cistiti derivano dall’attacco di batteri che normalmente non dovrebbero essere localizzati in vescica. Questo è il caso della cistite interstiziale o sindrome del dolore vescicale. Si tratta di una forma di cistite cronica caratterizzata dal progressivo sfaldamento dello strato superficiale della vescica. Tale condizione rende più amplificata la percezione di dolore, bruciore e calore.

Cistite sintomi

I sintomi della cistite sono generalmente: difficoltà a urinare(disuria), bruciore all’uretra durante la minzione (stranguria), dolore alla vescica infiammata. Tale sensazione di bruciore durante la minzione è spesso accompagnato da un frequente stimolo a minzionare. Inoltre, le urine potrebbero avere un aspetto torbido (cistite e sangue) ed emettere un cattivo odore. Ci potrebbe essere cistite e febbre concomitante, ed è più facile che sia determinata da una evoluzione della patologia in cistite sanguinolenta.

Cistite con sangue

Ci si potrebbe soffermare su quest’ultimo aspetto, ovvero sulla possibilità di riscontrare la presenza di cistite con sangue. Questa condizione si verifica spesso nel caso in cui una cistite ricorrente evolve. E questo avviene generalmente perché non è curata in maniera adeguata. I sintomi sono quelli tipici della cistite e la presenza di perdite ematiche delinea il quadro clinico della cistite emorragica.

Cistite emorragica

Per la cistite emorragica, la terapia più indicata è certamente quella antibiotica. Tutto ciò non significa che non ci si possa avvalere anche dell’uso di farmaci antispastici ed analgesici laddove la situazione lo richiede. Bisogna fare molta attenzione, durante la cistite, a cosa mangiare. Certamente in caso di cistite, l’alimentazione è importante che venga corretta. La dieta per la cistite deve garantire un corretto apporto di liquidi, spesso si ha paura di bere per non dover poi urinare provando dolore. Purtroppo così facendo si rischia di danneggiare la salute dell’organismo ben più gravi, ecco perché l’alimentazione è la prima cosa da correggere.

cistite

Come curare la cistite

Sono vari i rimedi per la cistite. Il miglior modo per curarla è prevenirla attraverso un corretto stile di vita, un’alimentazione sana ed equilibrata e il giusto consumo di liquidi. Da preferire, fin dove è possibile, sono i rimedi naturali prima di dover ricorrere all’uso di farmaci. Il D-mannosio è uno zucchero semplice ed uno dei rimedi naturalipiù usati per la cura della cistite.

Cistite rimedi naturali

Preferire un abbigliamento con tessuti di cotone e fare delle docce calde aiuta a sopportare il dolore. La prima vera cura consiste nel curare la propria igiene intima nella maniera corretta. Un efficace rimedio naturale per alleviare il dolore della cistite consiste nell’alcalinizzazione delle urine. A tale scopo possono essere utilizzate sostanze come il sodio bicarbonato. Questa condizione consente l’attivazione di alcune molecole che normalmente non sarebbero attivabili in ambiente basico.

Molto d’aiuto può rivelarsi un’alimentazione che comprende alimenti proteici, cereali, prugne e soprattutto mirtilli. Assumere probiotici oppure degli yogurt contenenti fermenti lattici può rappresentare un altro valido aiuto per rafforzare le difese immunitarie. Ma di grande importanza risulta essere soprattutto l’integrazione di succo di mirtillo (proprietà antiossidanti e disinfettanti delle vie urinarie) e D-mannosio nella dieta.

Uva ursina

L’uva ursina (gocce) ha delle importanti proprietà disinfettanti per le vie urinarie. Viene impiegata per curare la cistite grazie alla sua azione diuretica e disinfettante, oltre che come astringente. L’utilizzo di tale pianta è stato approvato in seguito a diversi studi specifici. Inoltre, essa pare determini reazioni di iperpigmentazione cutanea. Per tale motivo l’uva ursina viene utilizzata anche nel trattamento di macchie cutanee.

Antibiotici per la cistite

Una volta diagnosticata la cistite si eseguono gli esami delle urine e dei test (antibiogramma) atti ad evidenziare a quale antibiotico è suscettibile il patogeno che l’ha causata. Una volta scelto l’antibiotico per la cistite si stabilisce il tipo di terapia e la durata della stessa. Tale terapia può consistere anche nella combinazione di più antibiotici. Ad esempio, se si tratta di infezione da Escherichia coli, esso risulta essere suscettibile ad antibiotici quali il trimetoprim, il sulfametossazolo, la ciprofloxacina e la nitrofurantoina. Essi possono essere utilizzati singolarmente o in maniera combianata, a seconda del tipo di cistite, la cura sarà differente.

Sono un'ostetrica e svolgo con passione e dedizione il mio lavoro, orgogliosa, testarda e determinata in tutto quello che faccio. In virtù di questo continuo a studiare e specializzarmi per aumentare la mia preparazione, svolgo attività di volontariato e conduco corsi di accompagnamento alla nascita. Inoltre, adoro comunicare e mettere a disposizione delle donne le mie conoscenze e competenze!! :) Email: j.gugliotta@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *