foto_bambina_tavola

Bambini e soffocamento: cibi da non dare fino ai 5 anni

Il rischio di soffocamento nei bambini

Il rischio soffocamento a tavola è sempre in agguato per i bambini, soprattutto quelli più piccoli. Basti pensare che, secondo le recenti statistiche, ogni anno in Italia circa 50 bambini perdono la vita dopo aver ingerito cibo o corpi estranei come piccoli giocattoli. Cosa fare per evitare lo strozzamento? Semplice, i genitori devono prestare la massima attenzione, soprattutto ad alcuni cibi che sono altamente pericolosi fino ai 5 anni d’età, quando il corpo non è ancora del tutto sviluppato.

Bambini e soffocamento: cibi da non far mangiare

Come si legge nella guida Genitori oggi, i trucchi del mestiere, redatta dalla Società italiana di pediatria preventiva, un bambino – rispetto ad un adulto – ha le vie aeree non ancora del tutto sviluppate così come non ha riflesso e potenza della tosse e della masticazione. Per questo bisogna stare attenti ai cibi che si portano in tavola quando si hanno dei figli piccoli. Ma quali sono gli alimenti più pericolosi per un bambino?

Leggi anche: Bimbo rischia di soffocare con un bocconcino: salvato dai soccorsi

foto_soffocamento

I cibi più pericolosi

Nella black list del rischio soffocamento ci sono i cibi molli e scivolosi, come ad esempio la mozzarella e i wurstel, ma pure i cibi duri e secchi, tipo carote e noci. Soprattutto quest’ultimi, essendo duri, sono più difficili da masticare e c’è il rischio che il bambino li mandi giù per intero.

Possono essere pericolosi pure gli gnocchi -che possono restare bloccati tra laringe e trachea – così come il prosciutto crudo, i cui filamenti potrebbero restare nelle vie aeree.

foto_vitamina_alimenti
E’ importantissimo mangiare molta frutta e verdura

Soffocamento: come evitarlo?

Come regolarsi per evitare il soffocamento nei bambini? In primis evitando la mozzarella fusa, i popcorn, le caramelle dure o gommose, i marshmallows, i confetti e la frutta candita. Se non si vuole rinunciare ai wurstel, è consigliato tagliarli in quattro parti nel senso della lunghezza e poi in pezzi più piccoli. Assolutamente sbagliato tagliarli a rondelle.

Leggi anche: Bimbo di 3 anni grave in ospedale: ha rischiato di soffocare per un wurstel

wurstel in gravidanza

Lo stesso vale per l’uva (vanno rimossi i semi e tagliati gli acini nel senso della lunghezza) e la ciliegia (bisogna rimuovere il nocciolo e tagliare in quattro parti). Per quanto riguarda pomodori e olive basta tagliarli in quattro parti – mai a metà – e in pezzetti più piccoli. Per i formaggi, fino ai 5 anni, è preferibile optare per quelli densi, da spalmare sul pane.

Clicca qui per leggere la guida completa per la sicurezza a tavola del bambino!

Come evitare di soffocare a causa del cibo?

Il soffocamento da cibo è la principale causa di morte tra i bambini sotto i quattro anni. Questo può essere evitato partendo già dal sedersi bene a tavola, e dal cucinare correttamente. In che modo? Ricordate che gli alimenti più pericolosi, sono quelli troppo tondi o troppo grandi, tondi e cilindrici, come carote, sedano e wurstel.

Fate attenzione soprattutto a lische di pesce, ossicini di pollo, noccioline e semi. Per quanto riguarda le mozzarelle, le olive ed i pomodorini, cercate di tagliarli in pezzi molto piccoli. La frutta e la verdura cruda, vanno grattugiate, rimuovendo scrupolosamente noccioli e le bucce.

La postura? A tavola bisogna tenere sempre la schiena dritta, senza distrazioni, e senza forzare i bambini a mangiare.

Come accorgersi che il bambino sta soffocando?

Accorgersi che un bambino sta soffocando è semplice: quando il piccolo inizia a tossire insistentemente, diventando cianotico ed iniziando ad avere problemi di respirazione, significa che allora c’è qualcosa che non va. In quel caso, le primissime raccomandazioni da adottare sono quelle di dare dei colpetti alla schiena di vostro figlio, seguiti dalla rianimazione cardiopolmonare (RCP) se lui non risponde. Sappiate che le manovre da seguire subiscono delle differenze in base all’età del bambino, sopra o sotto l’anno d’età.

Leggi anche: Palermo, bimbo di un anno ingoia oliva e muore soffocato

foto_soffocamento

Il figlio sta soffocando: cosa fare?

Sempre più spesso sentiamo parlare di casi di cronaca che vedono soffocare terribilmente piccoli bambini, nei modi più assurdi. Purtroppo questo incidente potrebbe capitare al figlio di ognuna di voi:: ecco perché è necessario che ogni mamma tenga bene in mente una serie di accorgimenti e manovre che potrebbero salvare la vita al piccolo.

foto_soffocamento_bimbi

Manovra di Heimlich

Una delle soluzioni più efficaci da adottare è la manovra di Heimlich. Questa tecnica di primo soccorso permette di rimuovere un’ostruzione delle vie aeree in caso di soffocamento. Di seguito, il video della Croce Rossa che spiega come fare:

Tecniche di disostruzione delle vie aeree: il video

Ecco altre tecniche di disostruzione delle vie aeree:

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *