wurstel in gravidanza

Wurstel in gravidanza, si possono mangiare?

Wurstel in gravidanza

Mantenere una corretta e sana alimentazione durante la gravidanza è fondamentale per il mantenimento della stessa. Preferire frutta, carne bianca e verdure rigorosamente cotte, piuttosto che il cosiddetto cibo-spazzatura è assolutamente consigliato dagli esperti, che raccomandano di non abbuffarsi di affettati in gravidanza, dolci, hamburger, fritti e cibo da fast-food. In quest’ultima categoria rientrano gli wurstel. I wurstel in gravidanza si possono mangiare?

Toxoplasmosi

I wurstel sono insaccati preparati sulla falsariga delle salsicce tradizionali tedesche. Si tratta di un alimento comune, economico e che è presente piuttosto di frequente sulle nostre tavole. Ma si possono consumare wurstel in gravidanza e mangiare wurstel crudi? Solitamente gli affettati in gravidanza, gli insaccati in gravidanza ed i salumi cotti in gravidanza sono considerati nocivi.

In realtà wurstel crudi si potrebbero consumare, dato che le carni che vengono usate per la loro preparazione vengono pastorizzate dopo la separazione meccanica, ma nel caso in cui non riusciate proprio a fare a meno di wurstel in gravidanza, è sempre meglio però cuocerli a fondo, prediligendo la bollitura sulla cottura in padella.

Spesso però la donna incinta preferisce evitare il consumo di insaccati in gravidanza, affettati in gravidanza e wurstel in gravidanza per cercare di rimanere immune alla toxoplasmosi.

toxoplasmosi

La toxoplasmosi è un’infezione causata da un microrganismo ed una volta contratta, se si è presa in gravidanza, può essere molto pericolosa per il bambino, visto che può passare al feto attraverso la placenta. La toxoplasmosi può essere contratta solo se si ingerisce il parassita che causa l’infezione, il quale può essere presente nelle carni di animali infetti, nelle feci di gatto, nel terreno in cui abbia defecato un gatto infetto e su frutta e verdura, contaminate da feci o terreni a loro volta infetti.

Toxoplasmosi sintomi

Come ci si accorge di avere la toxoplasmosi? I sintomi toxoplasmosi sono difficili da distinguere, in quanto questa infezione provoca dolori lievi e generici, come stanchezza, mal di testa o di gola, e sensazione di “ossa rotte”. Per questo, se si pensa di aver contratto la toxoplasmosi in gravidanza, è consigliabile fare un test apposito.

Esistono, tuttavia, delle norme alimentari utili per evitare la toxoplasmosi:

-Lavare frutta e verdura abbondantemente e con cura, per eliminare i residui di terriccio, aggiungendo nell’acqua di lavaggio il bicarbonato oppure altre soluzioni disinfettanti.

toxoplasmosi sintomi

-La carne deve essere consumata sempre cotta, evitate quindi le bistecche al sangue, carne cruda o semicruda. Vietati, dunque, anche i wurstel crudi.

wurstel in gravidanza

-Consentiti solo i salumi cotti in gravidanza, come la mortadella e il prosciutto cotto. No a insaccati in gravidanza e agli affettati in gravidanza.

affettati in gravidanza

Dunque durante la gravidanza invece di mangiare wurstel crudi cercate di consumare carne ben cotta (è consigliata la carne bianca), che è trattata di meno e dunque non presenta addensanti e conservanti. Durante la gravidanza, la buona salute della donna e del feto passa, soprattutto, dalla tavola.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *